Informazioni su karusama

留学生、Hard Rocker、fitness fan

E cospargersi il capo di cenere?

minami-minegishi-1_0

Credo che vi sia capitato di vedere o di sentire parlare di quanto accaduto ad una componente (ormai ex a quanto pare) delle AKB48, Minami Minegishi. La ragazza ha diffuso un video (o è stata costretta a farlo?) per mostrare il suo pentimento e in segno di penitenza per aver violato gli accordi contrattuali che la lega(va)no alle AKB48 (è stata degradata ad “apprendista”).

Ma qual’è questa gravissima violazione che ha commesso la ragazza in questione?

Procediamo con ordine. Continua a leggere

About these ads

La vita in Giappone (Parte 1)

inochi - kotoshi no kanji

Cominciamo oggi un’altra serie di articoli che si va ad affiancare a quella dedicata allo studio. Come vedrete, cercherò di mostrarvi quelli che sono i vari aspetti della vita in Giappone. Attenzione, la vita, non un semplice viaggio di qualche settimana. Certo, inevitabilmente lo farò dal mio (modesto) punto di vista, dandovi opinioni su quella che è stata ed è la mia esperienza di vita in Giappone, ma mi sforzerò al massimo per essere sempre il più obiettivo possibile.

In questo primo post faremo un’introduzione a questa serie d’articoli, partendo da qualche preconcetto e da quello che sarà il mio metodo nell’affrontare questo argomento.

Continua a leggere

Studiare in Giappone (parte 3)

Benkyou ganbarou!

Ben ritrovati a tutti. Dopo aver visto con quale atteggiamento è opportuno approcciare un’esperienza di studio in Giappone e dopo aver fatto il necessario per arrivare in Giappone……siamo pronti per darci dentro con lo studio!

Continua a leggere

Studiare in Giappone (parte 2)

Cosa è necessario per studiare in Giappone

Dopo aver introdotto che cosa voglia dire studiare in Giappone, passiamo alla pratica. Chi ha intenzione di studiare in Giappone deve seguire alcuni passi. Diamo per scontato che abbiate tutti fatto quell’esame di coscienza di cui ho parlato nella Parte 1 e siate ancora intenzionati a partire… bene, ciò significa che avete tutti la motivazione e l’atteggiamento giusto per andare in Giappone e studiare giapponese con la grinta necessaria, quindi direi che possiamo cominciare…

  1. Scuola
    → Dove è meglio andare a studiare? – Cosa cercare in una scuola?
  2. Visto
    → Che cos’è un visto? – Come si ottiene un visto da studente?
  3. Denaro
    → L’alloggio
  4. Conclusioni
    → Una nota di metodo

Studiare in Giappone (parte 1)

Benvenuti in Giappone
Il Giappone che non ti aspetti, raccontato da Karu

+++

Salve a tutti. Chiamatemi pure Karu. Mi trovo a Osaka dove studio e ho anche iniziato a lavorare. Cercherò quindi di raccontarvi, da oggi in poi, come meglio posso, questi due aspetti del Giappone, visti “dall’interno”. Lo studio della lingua giapponese è il motivo principale che mi ha portato qui, pertanto penso sia giusto iniziare con questo argomento.

  1. Studiare, lavorare, vivere in Giappone: Premesse
  2. I luoghi comuni, i motivi per partire e i motivi per restare
  3. Studenti più o meno studiosi
  4. Che cos’è che non va nel “sistema” e nel rapporto studenti-scuole?
  5. Problemi con le scuole di Giapponese
  6. In conclusione: l’atteggiamento giusto

Essendo questo un blog dedicato principalmente al beneamato 日本語 (nihongo) mi rivolgo a coloro che hanno in mente di recarsi in Giappone per studiare o perfezionare la lingua: se state pensando ad un viaggio-studio per un periodo più o meno lungo, questo articolo potrebbe tornarvi molto utile (come, spero, altri che scriverò).
Questo però lo avrete capito già dal titolo, mentre quel che val la pena di sottolineare a questo punto è che se state pensando di studiare in Giappone, non dovete smettere di pensarci. È possibile e vale la pena… se fatto col giusto atteggiamento.

È scontato dire che ciò che leggerete è solo la mia visione delle cose: non troverete qui nessun Oracolo di Delfi o Vangelo secondo Marco. Comunque sia, io cercherò di farvi un ritratto il più possibile fedele della realtà lasciando le mie considerazioni a margine. Se vi dovessi sembrare pessimista o troppo duro, tenete presente che questo mio modo di esprimermi potrebbe essere quello giusto per spingervi a prendere le dovute “precauzioni” nell’affrontare il vostro viaggio: perché in fondo per evitare delusioni, così come per ottenere il massimo possibile, basta essere preparati.