Informazioni su .·:*:· Sakura ·:*:·.

Disegnatrice e illustratrice, sia con metodo tradizionale e più con metodo digitale: realizzo illustrazioni, fumetti, banner, video e tutto quello che la fantasia mi suggerisce. Da sempre appassionata di Giappone, fondatrice del sito Sakura Magazine, portale sul Sol Levante di cui mi occupo da diversi anni. Innamorata della lingua giapponese, la studio da autodidatta e per facilitarne l'apprendimento mi diletto nel creare dei video creativi e originali che aiutano (spero) ad imparare con più semplicità. Altro su di me?! Troppo curiosi! ;)

Hina Matsuri 雛祭り – La Festa delle Bambole

hina_matsuri_displayArticolo scritto in collaborazione con Sakura, del sito SakuraMagazine

Il terzo giorno del terzo mese dell’anno, cioè il 3 Marzo, è un giorno di festa per i giapponesi soprattutto per le bimbe. Si festeggia l’Hina Matsuri (雛祭り), la “festa delle bambole“. E’ un giorno importante in cui si prega per la buona e sana crescita delle bambine e giovani ragazze augurando loro tanta salute e felicità. L’antico nome con cui veniva chiamata questa festa e che ancora oggi viene usato è 桃の節句 “Momo no sekku” che significa “festa dei peschi” riferendosi a questo come il periodo di fioritura dei peschi o anche “Hina no sekku”, la festa delle bambole (con ovvio riferimento alla tradizione che a breve vedremo).

Continua a leggere

About these ads

Stranezze giapponesi (13) – Ma che Robi è?!

Robi – l’Amichevole Robot che Chiunque Può Costruire!

Articolo di Sakura per SakuraMagazine

La DeAgostini Japan, famosa casa editrice, pubblica in Giappone una rivista settimanale specializzata nella vendita di oggetti da collezione o oggetti da assemblaggio.

In Italia conosciamo la casa editrice in questione per le varie collezioni di modellini (aerei, navi, macchine d’epoca, qualsiasi cosa in effetti…), ma anche atlanti sul corpo umano, personaggi delle favole per bambini, ecc.
La De Agostini Japan però è andata oltre “le solite cose”: ha lanciato “Robi”, il robot amichevole che diventerà parte(?!) della propria famiglia.

Continua a leggere

Seijin no Hi – Festa della Maggiore Età

1280px-Coming_of_Age_DayArticolo scritto in collaborazione con Sakura di SakuraMagazine

Il secondo lunedì del mese di gennaio in Giappone viene considerato giorno di festa: si celebra infatti quell’evento conosciuto da tutti i giapponesi come Seijin no Hi (成人の日). Il Seijin no Hi è un giorno importante perché si celebrano e festeggiano tutti i ragazzi e ragazze che dal 2 aprile dell’anno precedente sino al 1 aprile del nuovo anno compiono 20 anni, raggiungendo quindi la maggiore età (in Giappone la maggiore età non è a 18 anni).

Si tratta di un traguardo importante per un giapponese in quanto si acquistano maggiori diritti ma soprattutto doveri e responsabilità. I “nuovi adulti” partecipano a delle cerimonie (dette 成人式 seijin-shiki) tenute dalle autorità locali e prefetturali in cui, di fatto, la comunità si “congratula” con loro per l’ingresso nell’età adulta.

Continua a leggere

Kinrou kansha no hi – Festa del Lavoro

Articolo di Sakura, tratto dal sito SakuraMagazine

Il 23 Novembre in Giappone è festa nazionale: si festeggia infatti un evento che potremmo paragonare al nostro “1° maggio”, la festa del lavoro. È chiamato, per la precisione, Kinrou kansha no hi (勤労感謝の日). La traduzione precisa è Giorno del Ringraziamento per il Lavoro. A differenza di molte commemorazioni giapponesi (esiste perfino “il giorno della toilet”), questa è una festa nazionale e rappresenta per tutti i giapponesi l’opportunità di ricordare l’importanza del proprio Lavoro.

Continua a leggere

Obon, la Festa delle Lanterne

Tratto dal sito www.SakuraMagazine.com

L’Obon (お盆) o semplicemente Bon (盆) è una ricorrenza giapponese le cui date variano a seconda della zona del Giappone. Innanzitutto possiamo dire che esistono almeno “due obon”: shichigatsu bon (l’obon di luglio, il 15 luglio) e hachigatsu bon (l’obon di agosto, il 15 agosto). Il primo è festeggiato nella zona del Kanto e in parte del Touhoku (il nord della grande isola dell’Honshuu), quindi riguarda importanti città come Tokyo, Yokohama, Shizuoka, Kanazawa, Hakodate… Il secondo riguarda tutto il resto del Giappone, salvo poche eccezioni. Nelle isole di Okinawa, ad esempio, è una festa mobile la cui data è stabilita in base all’antico calendario lunare (può “spostarsi” addirittura a settembre). In alcune, poche, città si festeggia l’1 agosto. Ad ogni modo è una festività che copre più giorni, quindi ha poco senso parlare di un’unica data. Quest’anno l’hachigatsu bon, il più diffuso, si svolge tra il 13 e il 16 agosto.

Continua a leggere

Tanabata Matsuri: Festa delle Stelle Innamorate

 Articolo tratto dal sito SakuraMagazine

Il 7 luglio per il Giappone è il ricordo di una leggenda che racconta di un amore eterno: in questo giorno si festeggia il Tanabata Matsuri o Festa delle Stelle Innamorate. L’origine di questa festa è ispirata al cielo stellato (i suoi personaggi vengono ricollegati a delle stelle) e risale ad almeno 2000 anni fa.
Continua a leggere

Kitsune 狐

wagaya no oinarisama

Questo articolo è una collaborazione tra Sakura e Kazeatari

Kitsune (狐) in giapponese significa Volpe e nella mitologia giapponese appartiene alla categoria degli Yōkai, spiriti demoniaci. Esistono due tipi di volpi-demoni: la Volpe Rossa del Giappone (che vive sull’isola di Honshū) e la Volpe di Hokkaidō (che vive sull’isola di Hokkaidō appunto).

Kitsune: storia e leggenda

Nella mitologia giapponese, si è sempre creduto che gli animali fossero dotati di una grande intelligenza e grandi poteri: tra i poteri il più importante è l’abilità di cambiare aspetto e assumere sembianze umane. Solitamente le kitsune appaiono sotto l’aspetto di bellissime donne, mai anziane.
Altri poteri attribuiti a queste creature sono la capacità di appiccare o sputare fuochi, entrare nei sogni, creare illusioni, altre storie e miti raccontano anche di come riescano a piegare il tempo e lo spazio o di assumere anche la forma di altissimi alberi o di diventare addirittura una seconda luna. Continua a leggere