Aがあります/います (ga arimasu/imasu)
e una parentesi su “wa e ga”

☑ 意味:

  1. Esserci, trovarsi; il luogo (se espresso) è indicato con la particella に (o con には se il complemento è anche tema). Il soggetto, espresso con が (o は se è tema) ha le seguenti limitazioni in base al verbo:
    • arimasu (aru) = C’è/Ci sono cose, oggetti inanimati
    • imasu (iru) = C’è/Ci sono persone, animali, soggetti animati
  2. Possedere, avere; は o には indica la persona che possiede. Ciò che è posseduto, cioè il soggetto di…
    • imasu (iru) → corrisponde a persone, animali, soggetti animati
    • arimasu (aru) → può essere animato o inanimato! (cose, animali, persone)

    Non è così comune, ma se la cosa posseduta è il tema (cioè usa は invece di が), la persona che possiede sarà indicata normalmente solo da に (non da は o には).

☑ 例文:

  1. atarashii messeji ga arimasu
    Ci sono dei nuovi messaggi
  2. messeji wa arimasen
    Non ci sono nuovi messaggi
  3. a! madobe ni suzume ga imasu
    Ah! Sul davanzale c’è un passerotto!
  4. kyoushitsu ni wa sensei to seito ga imasu
    Nell’aula/Nelle aule ci sono insegnanti e studenti
  5. Domanda: dou shiyou?! Risposta: watashi ni kangae ga aru.
    Domanda: Che facciamo?! Risposta: io ho un’idea.
  6. watashi ni wa watashi no kangae ga aru
    Io ho le mie idee.
  7. boku wa kodomo ga futari imasu/arimasu
    Io ho due bambini
  8. Sekinin wa boku ni arimasu
    Ho io la responsabilità
  9. ii kangae wa aru ga, jishin ga nai
    Un’idea buona ce l’ho, è la fiducia in me stesso che non ho

☑ 注意:

  • I due concetti visti (trovarsi in un luogo/possedere qualcosa) appaiono abbastanza distanzi, eppure non lo sono poi così tanto. Da un lato si può ricordare il dativo di possesso del latino (la cosa X è a me = io ho la cosa X). Dall’altro possiamo semplicemente considerare “aru/iru” come verbi che indicano l’esistenza del soggetto. Se una cosa “esiste in un luogo”, si trova in quel luogo (caso 1), se una cosa “esiste vicino/a me”, significa che la possiedo (caso 2).

Non ci sono altre spiegazioni da dare su questi verbi, quindi potete interrompere qui la lettura. Se però vi interessa approfondire e capire il perché di ciascuna frase d’esempio continuate a leggere la prossima pagina, perché le ho commentate di seguito approfittandone per parlare un po’ di particelle (wa e ga in particolare!).

Vai alla prossima pagina per i miei commenti a ciascuna frase d’esempio. In particolare proverò a farvi capire perché uso una particella e non un’altra, p.e. perché wa e non ga?
Attenzione però si tratta di argomenti più avanzati del “solito livello N5” (e divisi su più “pagine”), ma potrebbe essere un articolo importantissimo per voi per capire finalmente quando si usa WA e quando si usa GA. Decidete voi!
じゃあな~ ^___^

Fatti sentire!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.