Strane pubblicità giapponesi – Il concetto di “kawaii”

Eccoci al nostro consueto appuntamento con le strane pubblicità giapponesi. Questa volta esploreremo il profondo concetto giapponese del “kawaii” (siamo sicuri sia così profondo?). Vi ricordo che con youtube di solito potete usare usare la ruota dentata delle impostazioni del video per selezionare i sottotitoli (se presenti) o una qualità video superiore. La narratrice stessa… Read More

Stranezze giapponesi (44) – CK …Calvin Klein? Capibara Kawaii!

Chi conosce il Giappone e “l’universo del kawaii” non può fare a meno di conoscere la stranezza di oggi: カピバラさん Kapibara-san, ovvero “Signor Capibara”, un “personaggio” che prende spunto dall’animale nella foto d’apertura (capibara, per l’appunto), nato dall’immaginario di un gruppo di 12 ragazze, noto come Tryworks, appartenenti alla ditta giapponese Banpresto. Non ne parliamo… Read More

Perdere contro un nome… brillante?

Cosa significa perdere contro un nome? Come si fa, tanto per cominciare, a competere con un nome? E perché poi? …be’, andiamo con ordine e proviamo ad arrivarci. In Giappone i genitori, di solito, scelgono il nome dei figli in modo che sia di buon augurio: chi sceglie per la propria bambina il nome 幸子… Read More

Mono no aware, Oltre il velo della bellezza

Il significato dell’espressione 物の哀れ mono no aware si è per certi versi perso nel manto di fascino che l’ha ormai avvolta. D’altronde dare spiegazioni complesse di cose molto semplici è una tentazione molto comune quando si parla di letteratura e ancora di più quando si parla di Giappone e giapponese tra noi appassionati di Giappone.… Read More

Il primo libro di SdG – KANA, caratteri e suoni della lingua giapponese

Il primo libro di Studiare (da) Giapponese è finalmente qui. KANA – Caratteri e suoni della lingua giapponese (disponibile da oggi su Amazon) è una introduzione alla lingua giapponese che tratta in dettaglio la scrittura, la pronuncia e i due sillabari giapponesi, i kana appunto (hiragana e katakana). La sua realizzazione ha richiesto quasi un… Read More

N5 in sintesi – Le forme in -tari di verbi (e aggettivi)

Le forme in -tari Lo studio dei verbi italiani può essere molto noioso (tutti quei tempi e modi!), ma con il giapponese è diverso, molto diverso: ci sono forme, come la forma in -tari, a dir poco particolari, se non addirittura “bizzarre” …ai nostri occhi di occidentali. Ma bando alle ciance e andiamo a scoprire… Read More

Musica – Nanamujika (…e Rosa Kato?!)

Di norma i post musicali riguardano una canzone, un video solo, ma questa volta semplicemente non resisto… non posso scegliere una sola canzone e/o presentarvi le altre nel corso del tempo, quindi faccio un post sul gruppo, con i suoi vari video… vedete voi quale preferite! Il gruppo in questione (che adoro) è ナナムジカ nanamujika,… Read More

Pillole di Giapponese 16 – Il verbo “esserci” per le persone (e gli animali)

La scorsa volta abbiamo affrontato il verbo “arimasu”, cioè il verbo “essere” inteso come “trovarsi (in un posto)”, quindi, per es. “C’è una tv in cucina”, ma non “La Sony è una buona marca”. Fatto molto particolare, il soggetto del verbo “arimasu”, abbiamo detto, deve essere inanimato, una cosa insomma (come “una tv”). Ma allora,… Read More

Pronuncia

Questa è la pagina di consultazione dove puoi trovare la pronuncia di alcune parole utili per capire come leggere determinati suoni del giapponese più o meno problematici. Non sono state scelte necessariamente parole semplici (compaiono anche kanji complessi), ma piuttosto parole utili ad affrontare il tema, confrontare pronunce simili, eccetera. Ogni parola riporta il link… Read More