Esercizi, materiale e “trucchi” per imparare l’hiragana!

Non esiste UN metodo per imparare hiragana (o katakana), perché siamo tutti diversi e impariamo in modo diverso. Non fidatevi dunque di chi vi dice che l’unica è scrivere e riscrivere, né di chi dice “O flashcards o morte!”. Ci sono mille metodi possibili, sicuramente uno è più adatto a voi rispetto agli altri, tutto sta a trovare quale e impegnarsi davvero!

In tutta sincerità il mezzo migliore che posso proporvi è il mio libro, Kana, caratteri e suoni della lingua giapponese, proprio perché comprende tanti approcci diversi (immagini, scrittura, lettura, storie “tipo Heisig”, vocaboli…), il tutto organizzato in base all’esperienza maturata qui sul sito, ottenuta ascoltando le vostre domande e i vostri dubbi, per fornirvi davvero lo strumento migliore possibile per studiare hiragana e katakana. Il libro è insomma la versione 2.0 dei miei articoli, ma per chi si volesse accontentare, qui sotto c’è il materiale raccolto nel corso degli anni, che penso potrà esservi utile comunque, in particolare dopo aver imparato l’hiragana per “consolidare” i vostri risultati.

Questa pagina è divisa in 3 parti:

  1. Esercizi per lo studio dell’hiragana
  2. Materiale vario (app, giochi, canzoni, karaoke, video, favole in hiragana tradotte, ecc.)
  3. Altri temi connessi all’hiragana

1. Esercizi per lo studio dell’hiragana:

Lo so, solo a vedere tutti i link qui sotto viene la paura di non farcela, per questo il metodo migliore che posso proporvi è quello del mio libro, Kana, caratteri e suoni della lingua giapponese, che vi propone tutto quanto avete bisogno di sapere sui kana, in un linguaggio semplice e con un metodo di studio innovativo.
L’esercizio “tipo Memory” che consiglio sempre per imparare i kana si trova QUI
  1. あ行 (A-gyou) – Le vocali: a i u e o
  2. か行 (KA-gyou) – La serie della K: ka ki ku ke ko
  3. さ行 (SA-gyou) – La serie della S: sa shi su se so
  4. た行 (TA-gyou) – La serie della T: ta chi tsu te to
  5. Il nigori (が・ざ・だ行) – Le “serie nigorizzate” (G, Z e D)
  6. な行 (NA-gyou) – La serie della N: na ni nu ne no
  7. は行 (HA-gyou) e il maru – La serie della H, nigorizzata (B) e maruizzata (P)
  8. ま行 (MA-gyou) – La serie della M: ma mi mu me mo
  9. や行 (YA-gyou) – La serie della Y: ya yu yo e i suoni complessi (o contratti)
  10. ら行 (RA-gyou) – La serie della R: ra ri ru re ro
  11. わ行 (WA-gyou) – La serie della W: wa wo …e la ん (N consonantica)
  12. Esercizi finali

2. Materiale vario

Qui di seguito trovate l’elenco dei post contenenti materiale utile e alcuni link esterni.

3. Altri temi e argomenti utili dopo lo studio dell’hiragana

Ci sono infine due temi connessi che forse potete già vedere (la comprensione di questi dipende in piccola parte dalla vostra preparazione):

  1. Parole con o senza kanji – Quando usare i kanji e quando no?
  2. Parole con o senza kana – Quando l’hiragana dovrebbe esserci e non c’è

Infine, se avete trovato strane combinazioni di hiragana (es.: てぃ ti, すぃ si, ecc.), forse si tratta del corrispettivo di suoni che di solito sono scritti in katakana (ティ, スィ, ecc.). Provate a leggere l’articolo Katakana “strani” o “stranieri”? (ma prima di farlo controllate, se non lo avete già fatto, i due link che trovate qui sotto: è ovvio che non potete leggere un articolo sul katakana se non sapete cosa sia).

Dopo l’hiragana, prima del katakana – cosa ripassare prima di procedere

→ Passa all’indice delle lezioni e del materiale disponibile per il katakana

Fatti sentire!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.