Come personalizzare Anki

Consigli utili per usare bene Anki

Due cose innanzitutto e molto importanti. La prima sul numero di carte/kanji da fare al giorno, mentre la seconda è su che mazzi scaricare e come gestirli. Tutto funzionerà anche senza queste impostazioni, ma se volete adattare il tutto alle vostre esigenze, vi consiglio di dare una letta a questa parte.

Una parte molto importante di questo post è dedicata alle carte sospese e a come attivarle per ripassare, con un solo mazzo, tutti i kanji dal 1° al 4° anno, ad esempio, e non solo quelli del 4° anno (che sono gli unici attivi per questo mazzo). Per saltare a questo argomento andate qui.

Verso la fine invece troverete come cambiare font e dimensione ai vari elementi della carta (campi) e come spostare/cancellare certi elementi. Ad esempio, se volete usare il mazzo nella “direzione opposta”, cioè vedere significati e pronunce per cercare di ricordare il kanji (“funzione” detta Recall, in contrasto con quella attualmente abilitata, detta Recognition), avrete la necessità di “spostare certi elementi” (cioè gli esempi di font) dalla parte inferiore dello schermo (la risposta) alla parte superiore (la domanda)… oppure potreste addirittura cancellarli se vi danno noia. Per sapere come fare tutto ciò e come fare per usare il mazzo di carte “nelle due direzioni” personalizzandole come fossero carte diverse, andate più giù in questa pagina.
Per concludere… Volendo sapere come fare a inserire un link per ricercare sul sito tatoeba.org e/o delle frasi d’esempio in italiano che utilizzano il kanji che state studiando (o altre ricerche, ma in inglese), cliccate qui.

Osservate l’immagine qui sotto per capire come regolare quante nuove carte da studiare vi compariranno durante ogni “sessione” giornaliera di studio. Di base si tratta di 20 nuove carte al giorno, che è un buon numero se dovete solo ripassare (anche se io preferisco 15), ma potete ridurle di molto …anche soltanto a 5 nuove carte al giorno (o perfino a 3) se avete appena cominciato a studiare. Ho provato a impostarvi io “5 carte al giorno”, ma non so se ha funzionato.
L’altra cosa che potete capire da questa immagine è come impostare la durata massima di una sessione di studio (una specie di “conto alla rovescia” al termine del quale il programma non vi presenterà altre carte, anche se non avete finito la “razione” di quella giornata). Non è troppo grave interrompere così, ma io vi consiglio di alzare il limite a trenta minuti (vd. figura).

Dove dice “Limite della sessione” decidete quanti minuti volete dedicare al massimo al vostro studio giornaliero. Se finite prima, bene, se non fate in tempo a finire, il programma si ferma e vi avverte di continuare un’altra volta (ma potete anche continuare).
Cliccando invece a sinistra, su “carte nuove”, alla fine della prima riga potrete decidere quante carte nuove volete vedere al giorno (le carte ripasso non sono in un numero prevedibile o impostabile!).
Per favore fate caso al tasto della piccola lente d’ingrandimento, in alto a sinistra: ci serve nel prossimo paragrafo, per arrivare alla schermata che vedrete nella prossima immagine.

Veniamo ai mazzi di carte, visiti in dettaglio. Non sono propriamente i mazzi dei kanji dei singoli anni. Il primo mazzo contiene solo gli 80 kanji del primo anno, il secondo mazzo contiene gli 80 kanji del primo e i 160 del secondo anno… solo che le carte dei kanji del primo anno sono “sospese”. Nel terzo mazzo avete i kanji del terzo anno, “attivi”, e quelli degli altri anni “sospesi”. Idem per il mazzo del quarto anno: le carte con i kanji degli anni precedenti sono “sospese”.
Cosa significa sospese… è presto detto. Delle carte sospese non vi verranno presentate come “da studiare” e verranno ignorate dal programma, quindi se siete al terzo anno non verrete annoiati dallo studio dei kanji del primo anno che saprete ormai benissimo… Ma allora perché inserirle nel mazzo, se poi sono “sospese”? Perché potete selezionare in modo automatico tutte le carte di un anno (o solo alcune, manualmente) e togliere dalla sospensione e/o sospenderne altre.
Dunque se scaricate il mazzo del 4° anno avete ben 640 carte per 640 kanji. Tuttavia studierete solo i 200 kanji del 4° anno… a meno che vogliate ripassare i kanji già fatti!
Allora cliccate sulla lente di ingrandimento (o fate Modifica – Sfoglia elementi). Fate poi così come vedete nell’immagine qui sotto: cliccate dove dice Filtro: Mostra tutte le carte, quindi selezionate la “tag” dell’anno desiderato, così da far apparire la lista dei kanji di quel preciso anno.
Selezionate, tenendo premuto il maiuscolo, il primo e l’ultimo kanji della lista. Ora che tutti i kanji di quell’anno sono selezionati, potete sospenderli o toglierli dalla sospensione semplicemente cliccando sul tasto in bianco e nero (Alterna sospensione).
Se volete togliere tutte le carte dalla sospensione, invece della tag di un particolare kanji, selezionate quella per le carte sospese, selezionate tutti gli elementi della lista e poi toglieteli dalla sospensione. Come vedete in figura gli elementi chiave sono la finestrella a tendina sulla destra che vi permette di visualizzare l’elenco dei kanji di un preciso anno o solo gli elementi sospesi… o tutti, e il pulsante in bianco e nero (con un simbolo di “pausa”) che si trova in alto a sinistra (e nel menù Modifica) e serve per sospendere o togliere dalla sospensione.

Per modificare i font prestabiliti per ogni campo (o la loro dimensione) seguite le seguenti istruzioni. Aprite Anki e aprite il mazzo che volete modificare.
Fate Impostazioni e poi Proprietà mazzo
Assicuratevi che sia selezionato Giapponese (xxx fatti) e cliccate il tasto Modifica
Ora dovrebbe essere già selezionato Recognition. Sceglete quindi Layout Carte
Nella finestra che si apre cliccate su Campi
Subito sotto dovreste vedere un elenco: Kanji, Lettura kun, Lettura ON, Significato Font 1, Font 2, Font 3, eccetera fino al Font 6.
Ognuno di questi corrisponde ai 6 esempi di font che dovrebbero comparire, quelli tutti diversi, come nell’immagine di esempio.
Seleziona questi ultimi “campi” (Font 1, Font 2, ecc.) o un campo che volete ed uno alla volta cambiatene il carattere: subito sotto l’elenco, dove dice “Carattere” si può scegliere il font con cui visualizzare quel “campo” oltre alla dimensione (il numero sulla a sinistra, dove dice Ripetendo).

Se invece di cliccare Campi, restate su Template della carta, potete riorganizzare il modo in cui si presenta la carta.
Ad esempio potete spostare dei campi dalla Risposta alla Domanda o anche cancellare dei campi che ritenete inutili (mi riferisco ovviamente a Font 1, Font 2…). Quello in quest’immagine è un primo esempio. Se volete che gli esempi con i vari font compaiano sotto il kanji iniziale, spostate (copiando e incollando) i campi “Font N°” della risposta nella domanda… così:Se volete poter ripassare anche a partire da pronunce e/o significati sapere tutto ciò è molto utile. Fatto questo potete chiudere, tornare alla “pagina iniziale” del vostro mazzo, cliccare la “lente di ingrandimento” o fare Modifica – Sfoglia elementi, quindi, nella nuova finestra che si apre potete fare Modifica – Seleziona tutto e poi Azioni – Genera carte…, e selezionare anche Recall. In questo modo raddoppierete il numero delle vostre carte, perché il computer comincerà a presentarvele nelle due “direzioni” (diciamo che una volta il kanji farà da domanda, la volta successiva in cui comparirà sarà la risposta).

Vediamo ora un ultimo punto, cui si riferisce l’immagine qui sotto.Cosa davvero bellina, potete anche decidere di organizzare in modo diverso le carte, in un senso o nell’altro… o addirittura di “aggiungere un verso”! In pratica, prima di Generare le carte, quando siete ancora al punto dell’immagine qui sopra, selezionate Recall dove al momento dice Recognition. A questo punto potete organizzare i campi come volete senza influenzare il template delle carte che avevo preparato io (quello con kanji sopra e significato sotto). Potete decidere che la domanda in fase di “Recall” vi proporrà solo le letture on e kun, mentre la risposta darà kanji e significato (e magari due esempi di font). Una volta stabilito il template per le carte in fase di Recall, chiudete la finestra con Close, quindi cliccate su Recall (x fatti; disabilitata) e scegliete Abilita. Se quel “x fatti” è 0 allora dovete generare le carte come detto sopra, se riporta lo stesso numero che vedete subito sopra dopo Recognition, significa che avete già generato le carte e siete a posto… avete finito.
Piccola nota che potete saltare senza problemi, andando al prossimo paragrafo. È qui che potete “aggiungere un verso alle carte”, oltre a Recognition e Recall. Semplicemente fate Aggiungi, lo scegliete, fate Layout carte e dal Template delle carte lo organizzate come meglio credete, come avete già fatto per Recall. Poi dovrete generare le carte anche per questo verso, facendo sfoglia elementi… certo, solo se vi va, di personalizzare il mazzo a tal punto.

Notate che in qualsiasi momento potete decidere di sospendere le carte Recall e concentrarvi sul Recognition (lo ripeto, “recognition” è la carta che compare con il Kanji in grande nel campo della domanda… cioè in alto).
Per farlo fate Modifica – Sfoglia elementi (o direttamente la lente d’ingrandimento). Poi a destra dove dice Filtro: Mostra tutte le carte, scegliete Recall. Quindi selezionate tutte le carte (che sulla sinistra, nell’area Domanda, non avranno il kanji, ma il significato e/o le pronunce) e cliccate sul tasto tondo, in bianco e nero, con il simbolo di pausa. Se ci ricliccate le riattivate.

Infine, chi volesse può aggiungere al suo mazzo un link per ogni kanji che vi rimanderà ad una ricerca fatta con Tatoeba.org, che vi restituirà una serie di frasi in giapponese, tradotte in italiano o inglese (a vostra scelta), contenenti il kanji che stavate studiando…
EDIT: il nuovo mazzo (kanji dal 1° al 5° anno) contiene già una selezione dei seguenti link (in ita e eng), nella risposta, mentre gli esempi di calligrafia sono finiti nella domanda. Comunque potete proseguire per capire come gestire bene il mazzo.
Aprite il vostro mazzo e cliccate nell’ordine:
Impostazioni – Proprietà mazzo
Giapponese – Modifica
Recognition – Layout carte
Nell’etichetta “template della carta”, dove leggete {{Kanji}} incollate sotto il seguente codice (passando sopra alle righe seguenti, compariranno a destra dei pulsantini, usate il secondo, quello che dice “copy to clipboard”):

</pre>
<div style="text-align: left;">Cerca su: <a style="color: green;" href="http://tatoeba.org/ita/sentences/search?query={{text:Kanji}}&from=jpn&to=ita"><strong>Tatoeba.org</strong></a> (<em>ita</em>) | (<a style="color: green;" href="http://tatoeba.org/ita/sentences/search?query={{text:Kanji}}&from=jpn&to=eng">eng</a>)</div>
<pre>

Chi lo volesse però, conoscendo anche l’inglese, può incollare invece quest’altro codice, che contiene molte più ricerche dai più famosi siti/dizionari online in inglese (oltre al precedente in italiano).

</pre>
<div style="text-align: left;">Cerca su: <a style="color: lightgreen;" href="http://jisho.org/kanji/details/{{text:Kanji}}"><strong>Jisho.org</strong></a> (<a href="http://jisho.org/words?jap={{text:Kanji}}&eng=&dict=edict&tag=&sortorder=relevance">iniziano</a> / <a href="http://jisho.org/words?jap=*{{text:Kanji}}*&eng=&dict=edict&tag=&sortorder=relevance">contengono</a> / <a href="http://jisho.org/words?jap=*{{text:Kanji}}&eng=&dict=edict&tag=&sortorder=relevance">finiscono</a>; <a href="http://jisho.org/sentences?jap={{text:Kanji}}"><strong>FRASI</strong></a>); <a style="color: green;" href="http://tatoeba.org/ita/sentences/search?query={{text:Kanji}}&from=jpn&to=ita"><strong>Tatoeba.org</strong></a> (<em>ita</em>) | (<a style="color: green;" href="http://tatoeba.org/ita/sentences/search?query={{text:Kanji}}&from=jpn&to=eng">eng</a>); <a style="color: green;" href="http://tangorin.com/kanji/{{text:Kanji}}"><strong> Tangorin.com</strong></a> (<em>kanji</em>) | (<a style="color: darkorange;" href="http://tangorin.com/examples/{{text:Kanji}}"><strong>examples</strong></a>)</div>
<pre>

Ecco uno screen per mostrarvi come appare il mio mazzo personale dopo aver fatto qualche cambiamento, aggiungendo il codice appena trascritto nella sezione “Domanda” del template delle carte (ovviamente il significato in inglese è dovuto al mio mazzo, per voi sarà in italiano, non preoccupatevi!^^).

16 thoughts on “Come personalizzare Anki

  1. Pingback: Studiare i kanji con Anki | Studiare (da) Giapponese

  2. Pingback: Consigli per personalizzare Anki | Studiare (da) Giapponese

  3. Grazie per la risposta tempestiva sui mazzi, ho scaricato il Jouyou kanji 2.5.anki, installato e impostato solo quelli del 1° anno! Avrei ancora un paio di domande ^^;;
    1.E’ possibile annullare il limite di tempo alle sessioni di studio? Ho provato mettendo “0″ ma non ha funzionato…
    2.Può essere disattivata l’opzione “mostra risposta”? Dato che ho cominciato ora con i kanji preferirei vedere tutto (sia il kanji che le letture) direttamente, e magari attivare quest’opzione più in là quando avrò cominciato a memorizzarli.
    Ancora grazie per l’aiuto! Ah, scusa se ho risposto qui, le domande che ho fatto mi sembravano più inerenti a questo post m(_ _)m

    • 1.NON devi annullare il limite di tempo, sarebbe dannoso… imparare troppe carte ti danneggia… e se ci metti tanto a studiarle, è il caso che ne fai meno per singolo giorno.
      Comunque puoi sempre aumentarlo fino a un massimo di tollerabilità personale… più di 60 minuti, personalmente, mi pare un eccesso da suicida.

      2.Capisco il tuo problema… so per certo però che non c’è il comando che vorresti, devi semplicemente cliccare “Presto”.
      Puoi modificare l’impostazione relativa a questo “presto”, in compenso. Puoi dirgli cioè se ripresentarti la carte che hai “saltato” in corso sessione, o alla fine della sessione (o l’indomani)… ma non ricordo dove sia l’opzione.
      Non c’è grossa differenza però secondo me.
      Ah, per velocità puoi usare i tasti…
      la barra spaziatrice ti mostra la risposta, il numero 1 equivale al tasto Presto.

      3.Ti avevo linkato il 2.6, no? Quello è più recente e con delle correzioni… che non ricordo per la verità^^

  4. Ho una doppia buona notizia per te.
    Da un lato sto lavorando a un mazzo molto più completo (la versione, migliorata, di quello postato sopra) e tra le altre cose contiene le storie di Heisig che mi ha passato Shishigami di Kanjimania.
    Dall’altro con la prossima versione di Anki (che esce proprio a Luglio), mi ha detto il suo creatore, il programma conterrà la possibilità di studiare in base all’ordine numerico presente in un “campo” del mazzo… e guarda caso io ho inserito un campo con la numerazione usata dal metodo Heisig …ma anche uno con la frequenza, così se uno vuole studiare i kanji in ordine di frequenza d’uso, può.

    Certo, non tutti amano le storie di Heisig, comunque, quindi le ho inserite sotto un tasto spoiler (ma se uno si riorganizza il layout della carta può facilmente renderle sempre visibile… basta che elimini tutto ciò che va da ((#hint))….a….((/#hint))
    …e sostituisca il tutto con ((hint))
    nb al posto delle doppie parentesi tonde ci vanno due graffe.

    Non solo!
    Ho inserito i vocaboli presenti nell’elenco ufficiale dei jouyou kanji… e anche le note (che elencano pronunce irregolari per quel kanji, kanji con pronuncia uguale a cui bisogna prestare attenzione, ecc.). Le note sono visibili dal lato della Risposta, i vocaboli sono nella domanda… nascosti. Potrebbero essere un aiuto per ricordare le pronunce, così, di base, sono nascosti sotto un tasto “spoiler”.

    Non solo!
    Ho inserito le varianti (cfr. wikipedia: shinjitai e kyuujitai), cercabili sul web solo cliccando, perché spesso sono importanti o ritornano spesso in nomi, cognomi, luoghi…
    Possono non sembrare utili, ma a volte sono le forme tradizionali sono le forme ufficiali! (per farti un’idea guarda il kanji 遜 tra i 196 nuovi jouyou kanji (la sua variante sembra più “corretta” (se hai installato il font che suggerivo a inizio post, IPA P明朝), perché ha un solo trattino… hai 辶 e non 辶 …ma in realtà la versione ufficiale è proprio quella con due trattini!).

    Non solo!
    Prima i jouyou kanji studiati alle medie (1130 kanji) e non presenti nell’N2 né nell’N3 (ciò li riduceva a 967) avevano tutte le pronunce di questo modo, buttate lì dal database a cavolo (solito esempio che faccio… i siti dicono che 点 ha 8 pronunce.. in effetti ne ha 1 ufficiale, al più due se vuoi esagerare). Adesso le pronunce sono selezionate! Per tutti i kanji delle elementari le avevo sistemate io a mano, per questi ho usato l’elenco ufficiale.

    Non solo!
    E’ disponibile la versione inversa per lo studio a partire dal retro della carta! Anche qui uso abbondante di spoiler così uno sceglie da che cosa indovinare, se solo con il significato o se gli serve altro.

    Se ti interessa provare la nuova versione JOUYOU KANJI V3, la trovi qui:
    http://www.mediafire.com/?rd53opr0hpomgp4
    …una nota però, forse inutile…
    Se non vedi tutti i font per bene nel mazzo che hai ora….
    …o sai impostare manualmente i font, oppure dovresti risolvere tutto attivando la lingua giapponese per i programmi non-unicode. Per farlo puoi fare così:
    vai sotto pannello di controllo – opzioni internazionali e della lingua – Opzioni di amministrazione (o Avanzate) e nel riquadro lingua per i programmi non-unicode scegli giapponese.
    Questo perché se non ti riconosce i font, non solo gli esempi, ma anche molte varianti perderanno di senso (a seconda del font un carattere può cambiare aspetto, a volte, presentando componenti semplificate o no, in base al font).

  5. Sei un drago!! O.o Dovresti chiamarti Ryuugami (o qualcosa del genere :P)

    Ma c’è un modo per fare una piccola donazione, offrirti una birra per ringraziarti di tutto il lavorone che fai per noi?

    Tornando in topic, il mazzo definitivo pensavo di adottarlo una volta terminato: ma se dici che magari un po’ di test potrebbe aiutarti, lo installo subito..

    (Anche se non ho idea di come io possa aiutarti o revisionarti :D)

  6. Mah, sai, un errore di battitura qui o là ci scappa sempre, anche nell’italiano^^ Se volessi collaborare, un 25-30% dei jouyou (i meno frequenti), va ancora tradotto.

    Sulle pronunce… è una mia scelta. Ho le pronunce in kana, volendo, ma secondo me sfavoriscono la memorizzazione, così ho deciso di usare le pronunce in roomaji per i kanji delle elementari (i primi 1006) e le pronunce in kana per i successivi, quando, si suppone, uno sia ormai molto ferrato.

    Avrei un lavoretto da fare, a proposito di pronunce… se ti va. Io ti passerei un file con 4 colonne. In una ci sono i kanji e in quella vicina ci sono le pronunce ufficiali, on e kun, in kana.
    Nelle altre due colonne ci sono pronunce on e kun divise un tipo per colonna, sempre in kana, ma non sono certo che siano corrette.
    Se tu confrontassi la colonna di sinistra, con le altre accertandoti che siano corrette (e correggendo eventuali incongruenze), potrei fare un passo in più nella sistemazione del mazzo.
    NB in teoria non dovrebbero esserci errori… e posso darti una lista di pronunce che forse sono sbagliate perché non aggiornate alla recente riforma… nel complesso è un lavoro che richiederà alcune ore al massimo… ma mi rendo conto che sono sempre alcune ore.
    Un aspetto positivo, se ti interessa, è che il lavoro va fatto per tutti i jouyou, anche se a me servono le pronunci solo di circa la metà dei kanji… una volta fatto dunque, potrei sostituire le pronunce del tuo mazzo (o dirti come fare) e le avresti tutte in kana.
    …certo, perderesti i “simboli” che io ho usato come notazione e le pronunce in più che potrei avere aggiunto (in gen. aggiungo le pron. irregolari, indicandole con *, indico le pronunce [rare] indicate tra quadre e quelle presenti in (poche parole, ma comuni), tra tonde… inoltre uso dei riferimenti 0123 per relazionare pronunce e significati… e tutti questi simboli ovviamente andrebbero persi).
    Cmq… non sentirti obbligato, fammi solo sapere se hai tempo e che ne pensi ^__^

  7. Pingback: Annunci – Mazzo di Anki per i kanji del 6° anno | Studiare (da) Giapponese

  8. Pingback: Annunci – Mazzo di Anki per i vocaboli del livello N4 | Studiare (da) Giapponese

Fatti sentire! (ノ ° Д°)ノ

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...