Kiyo-Hime

La storia ha luogo nell’estate del 6° anno dell’era 延長 Enchou (928 d.C.), sotto l’imperatore Daigo, nel periodo 平安 Heian). 清姫 Kiyo-hime era la figlia (secondo alcuni ne era la moglie, se non addirittura la vedova) di un ricco locandiere di Masago, paese della regione del Kansai (centro del Giappone), in una zona nota come… Read More

Nikusui

Finiti i sette misteri di Honjo (che poi sono nove), passiamo a parlare d’altro, cominciando con il vedere un altro essere mitologico (dopo il demone volpe, già visto tempo fa nell’articolo sulle kitsune scritto da Sakura). Una delle figure più comuni della mitologia mondiale è quella della donna, o meglio del demone dalle sembianze femminili,… Read More

Tanukibayashi

In varie zone del Giappone, a notte fonda, si può sentire un suono di tamburi piuttosto singolare a cui è stato dato il nome di 狸囃子 Tanukibayashi (accompagnamento musicale dei tanuki). A Tokyo è considerato una delle sette meraviglie del quartiere di Honjo, ma non è certo l’unico luogo in cui si racconti d’averlo udito.

Okuri Hyoshigi

Prima di cominciare è neccessaria una nota per chiarire il contesto… gli hyoushigi, o meglio 拍子木 (o 送撃柝 secondo un’altra scrittura possibile, che ritrovate nell’illustrazione sottostante), sono dei blocchetti di un legno particolare, che sbattuti l’uno contro l’altro producono un suono alto e quasi cristallino… comunque inconfondibile. Se i tamburi o i corni avevano la funzione… Read More

Okuri chouchin

Un’altra delle sette meraviglie di Honjo è quella della cosiddetta 送り提灯 okuri chouchin (“lanterna guida” o “lanterna che accompagna”). Il periodo in cui si manifesta maggiormente è l’inizio della primavera, quando il clima si mantiene di sera piuttosto freddo e soffia spesso una brezza umida. In quelle sere quando la luna pallida rischiara appena la… Read More

Oitekebori

Tra le Honjo Nana Fushigi la più famosa è molto probabilmente quella nota come 置行堀 ovvero, in roomaji, Oitekebori. Si narra di un pescatore che stava tornando a casa dopo aver catturato un grosso pesce, ma mentre si accingeva a oltrepassare un fossato udì una voce intimargli: «Oiteke, oiteke», contrazione di 置いて行け (oite ike), “lascialo lì… Read More

Ochiba naki shii

Questo evento si narra che avvenne nel 江戸時代 periodo Edo (dal 1603 al 1868), ad Honjo dove c’era la kami-yashiki del 大名 Daimyō del clan 松浦 Matsuura che tra i suoi possedimenti aveva il feudo secondario di Hiradoshinden, come parte del feudo di Hirado, nella provincia di Hinzen (con il termine “feudo secondario” (支藩 shihan)… Read More

Kataha no Ashi

Tempo fa, durante il periodo Edo, nel quartiere di Honjo, c’era un uomo dal cuore malvagio chiamato Tomezou (留蔵). Questi cercò di sedurre una giovane vedova chiamata Okoma (お駒), che possedeva un amuleto che aveva la forma di un pezzo degli shogi e che lui desiderava ardentemente (detto per inciso, il nome Okoma è dato… Read More

Ashiarai yashiki

L’ashiarai yashiki, in kanji 足洗邸, è un altro dei sette misteri di Honjo e significa letteralmente “Residenza del piede da lavare” (il particolare kanji con cui è scritto “yashiki” suggerisce l’idea d’una abitazione “di tutto rispetto”, certamente d’una persona importante, quindi una villa o comunque una residenza d’una certa importanza e prestigio). Si narra che… Read More