Miti – Davvero “ga” e “ma” sono la stessa cosa? (3)

kotowaru

Siamo all’ultima parte dell’articolo “Davvero ga e ma sono la stessa cosa?”, tutti i miei complimenti a chi è arrivato fin qui senza buttare la spugna… ma prima le mie scuse: negli ultimi giorni sono stato malato e non sono riuscito a scrivere niente, a parte qualche risposta ai sempre numerosi commenti ^__^

Nelle precedenti due parti di questo articolo, vi ricorderete, abbiamo visto perché non sempre posso tradurre il “ma” italiano con “ga” e perché viceversa il “ga” giapponese non si può sempre tradurre con il nostro “ma”. Oggi invece vediamo quei casi in cui vogliamo effettivamente dire “ma”, però il “ga” non va usato o comunque è sostituibile con altre espressioni, a seconda del contesto e delle diverse situazioni.

Dunque, se siete pronti, cominciamo…

Continue reading Miti – Davvero “ga” e “ma” sono la stessa cosa? (3)

Miti – Davvero “ga” e “ma” sono la stessa cosa? (2)

sakamoto desu ga

Sakamoto desu ga, (nani ka?) – Sono Sakamoto, perché?/Che vuole?

La volta scorsa abbiamo affrontato il tema del perché il “ma” italiano non si può sempre tradurre in giapponese con la congiunzione “ga”, questa volta passiamo al secondo punto che avevamo preannunciato…

2. Il “ga” che unisce due frasi non equivale sempre a “ma” in italiano

Il “ga” giapponese che fa da congiunzione non è sempre avversativo (anzi potremmo dire che spesso non lo è!). La sua traduzione, a parte i casi (più o meno) avversativi in cui si può tradurre con “ma” (come ben sappiamo), sarà una semplice “e” …oppure non lo si traduce proprio, mettendo una virgola o un punto.

Continue reading Miti – Davvero “ga” e “ma” sono la stessa cosa? (2)

Miti – Davvero “ga” e “ma” sono la stessa cosa? (1)

kanojo ga hoshii n desu ga

“Entro Natale vorrei una ragazza…” – un tipico esempio in cui “ga” non significa “ma”

Un altro mito che si incontra parlando con tanti studenti di giapponesi è l’idea che il “ga” usato come congiunzione (non intendo ovviamente quello che indica il soggetto) equivalga alla congiunzione avversativa “ma”. Sì, spesso “ga” = “ma”, però le cose non stanno sempre così…

  1. Non tutti i “ma” dell’italiano si possono tradurre con “ga” in giapponese
  2. Non sempre il “ga” che unisce due frasi si può tradurre con “ma” in italiano
  3. Ci sono altre espressioni che significano “ma”!

L’argomento è ampio e non si esaurirà oggi. A dire il vero potremmo essere un po’ più sintetici, ma si tratta di un tema che deve necessariamente presentare vari esempi per cercare di darvi un’idea precisa di questo argomento …di solito colpevolmente tralasciato nei libri di testi che non dicono nulla di chiaro e definitivo in proposito. Andiamo dunque con ordine.

Continue reading Miti – Davvero “ga” e “ma” sono la stessa cosa? (1)