Il terremoto di Kumamoto del 28° anno dell’era Heisei

Il recente terremoto che ha colpito in particolare la prefettura di Kumamoto, nel Kyuushuu, è stato appena battezzato come 平成28年熊本地震 heisei nijuuhachi nen kumamoto jishin, il terremoto di Kumamoto del 28esimo anno dell’era Heisei. È triste a dir poco che il Giappone debba aggiungere l’anno al nome dei terremoti e non basti loro dire qualcosa… Read More

Happy Fukushima

Oggi sono cinque anni esatti dal disastro. Così vi propongo la versione di Happy (Pharrell Williams) girata a Fukushima (che tra parentesi significa “isola di felicità”) su iniziativa di un’azienda locale di social media. La “campagna” non ha riguardato solo Fukushima, anzi, ma ha avuto un grosso successo nella zona interessata dal terremoto e dal… Read More

11 Marzo

È il terzo anniversario del “Grande terremoto del Touhoku”, seguito, come ben sapete, da un devastante tsunami. Quella sopra è un’immagine inedita per me. Non avevo ancora visto questa inquadratura dello tsunami. Gli stessi autori del video restarono stupiti: il muro d’acqua era così enorme e imponente da non sembrare un’onda, ma la linea dell’orizzonte.

Predire i terremoti

Il 13 Aprile, 33 persone sono rimaste ferite per via di un terremoto, 6.3 gradi di magnitudo. Tutto ciò è avvenuto sull’isola di Awaji, prefettura di Hyougo, anche se i giornali, quelli italiani se non altro, hanno parlato di un “terremoto a Kobe”, per cercare di ricordare un precedente terremoto, avvenuto a Kobe il 17… Read More

Due cortometraggi sullo tsunami dell’11 Marzo 2011

Negative: Nothing è un documentario che gentilmente RamenSensei ha portato alla mia attenzione pochi giorni fa. Quello che vedete sopra è il teaser, un trailer più lungo del solito. Purtroppo non è possibile trovare il film per intero al momento, ma potete vedere altro e sperare in una uscita italiana controllando il sito ufficiale o… Read More

Iniziative dell’Istituto giapponese di cultura di Roma

E’ passato già un anno dal terribile terremoto e tsunami che l’11 marzo ha colpito la regione del Tohoku, e il mese  di marzo all’Istituto giapponese di cultura è interamente dedicato agli eventi di un anno fa, per non dimenticare la devastazione e il rischio nucleare tuttora presente.