4 errori di giapponese diffusi su Facebook

Ok, sì, forse dovrei dire 4 errori di giapponese diffusi da Facebook e altri social media, ma ci siamo capiti. Il punto è che ci sono molte espressioni “in giapponese” che ultimamente si sono diffuse nei gruppi su Facebook (e su altri social), la gente le riscrive (o le copia) e l’ignoranza si diffonde… Per… Read More

Particelle e… doppie particelle

Le “doppie particelle” o “particelle composte” rappresentano un argomento su cui gli studenti italiani di giapponese faticano non poco …e il motivo è presto detto: in italiano non c’è qualcosa di simile, sebbene la stessa idea viene in qualche modo espressa. Vediamo dunque come fare a capire quando si usano e perché.

Review – Il Contemporary Japanese

Mi avete spesso chiesto quali libri in inglese sia il caso di usare quando si studia da soli. Se siete dei principianti assoluti il Contemporary Japanese di Eriko Sato è un ottimo punto di partenza. Guardate la mia recensione più giù per farvi un’idea di come è fatto questo libro 😉 Se poi decidete di… Read More

Il primo libro di SdG – KANA, caratteri e suoni della lingua giapponese

Il primo libro di Studiare (da) Giapponese è finalmente qui. KANA – Caratteri e suoni della lingua giapponese (disponibile da oggi su Amazon) è una introduzione alla lingua giapponese che tratta in dettaglio la scrittura, la pronuncia e i due sillabari giapponesi, i kana appunto (hiragana e katakana). La sua realizzazione ha richiesto quasi un… Read More

Miti – “Bere un bicchier d’acqua” non è facile!

Di qualcosa facile e banale si dice che è “come bere un bicchier d’acqua” …ma mi spiace deludervi, oggi vedremo che bere dell’acqua… in giapponese non è per niente facile. Sicuramente molti tra voi già sapranno che “acqua” si dice “mizu” e “bere” si dice “nomu”… sono vocaboli semplici e molto chiari agli studenti di… Read More

Domande – Aggettivi giapponesi al passato

Sì, quanto a immagini, stavolta ero disperato… Come lascia a intendere Hachi nella sua domanda, avendo anche la forma passata gli aggettivi giapponesi possono portarci a fare un po’ di confusione. Per esempio, quando ho mangiato qualcosa di buono dico “oishikatta” (era buonissimo) ma se assaggio semplicemente qualcosa dico “oishii” (buono), al presente… eppure in… Read More