Kana troppo simili a dei kanji… come fare?!

Come distinguere certi katakana da certi kanji è una domanda che ricevo spessissimo e per la quale non avevo ancora scritto un articolo… Dunque oggi rimediamo. Cominciamo ad esaminare il problema vedendo quali sono i katakana “problematici” e poi vediamo dove sono le differenze con i kanji e come fare a non confonderci. Dunque, innanzitutto… Read More

I misteri dell’essere

Chiariamo. Dicendo i misteri dell’essere mi riferisco ai misteri del verbo essere in giapponese quindi, tranquilli, siete scampati alla lezione di filosofia. Per oggi. Forse. Bwah-ah! ( ゚Д゚)y─┛~~ Ma cerchiamo di restare seri. Perché questo articolo? Perché ho ricevuto una domanda in merito e mi è parsa un’idea ragionevole quella di avere da qualche parte… Read More

FAQ – Perché certi kana sono scritti in due modi diversi?

Una domanda che mi sento rivolgere di frequente è perché certi kana siano scritti in più d’un modo… Chi non ha provato a studiare l’hiragana con materiali diversi probabilmente non se n’è ancora accorto, ma ci sono kana scritti a volte in modo “diverso dal solito”, che ci lasciano spiazzati come nell’immagine di inizio articolo.… Read More

Domande – I kanji non sono ideogrammi

Di recente Matteo mi ha chiesto, in sostanza, perché il kanji di 冬 fuyu, inverno, e il kanji 変 hen, strano, hanno in comune una componente*. A senso, è ovvio, “strano” e “inverno” non hanno proprio nulla in comune… e allora perché nella loro rappresentazione capita lo stesso “simbolo”? Perché, in breve, i kanji non… Read More

Domande – Le pronunce irregolari

Esistono in giapponese delle “pronunce irregolari”, o “speciali”, se preferite, oltre alle solite pronunce on e kun, quelle di origine cinese e di origine giapponese, che già conoscete e studiate, e alle pronunce “aggiuntive” tipicamente incontrate solo nei nomi (e quasi mai studiate, per fortuna). Perché una pronuncia può dirsi irregolare? Ovviamente perché esistono per… Read More

Domande – Aggettivi giapponesi al passato

Sì, quanto a immagini, stavolta ero disperato… Come lascia a intendere Hachi nella sua domanda, avendo anche la forma passata gli aggettivi giapponesi possono portarci a fare un po’ di confusione. Per esempio, quando ho mangiato qualcosa di buono dico “oishikatta” (era buonissimo) ma se assaggio semplicemente qualcosa dico “oishii” (buono), al presente… eppure in… Read More

FAQ – I kanji e il dramma delle pronunce

Ommioddio, come si legge?! Questi kanji sembrano arabo!! Parto da una domanda di Diegosauro per spiegare in modo chiaro, completo (e definitivo, si spera!) una delle questione che più ossessionano gli studenti e che mi sento chiedere più spesso… Comunque, la domanda era la seguente: la parola KYOU la trovo con un kanji di quattro… Read More

Domande – Venire, andare e tornare

Ho ricevuto una domanda interessante su facebook a proposito di un argomento che, mi sono reso conto, non abbiamo mai affrontato qui sul sito, sebbene sia molto importante. Mi riferisco, come suggerisce il titolo, ai verbi venire, andare e tornare. Questi tre importanti verbi, come vedremo tra poco, in Giapponese sono quattro (?!) 1) 来る… Read More

Domande – Itsumo, itsudemo, itsumademo

Da una domanda di Kuniko Qual è la differenza sostanziale tra itsumo e itsudemo? Ci sono tre termini, estremamente simili e con traduzioni ugualmente molto simili (devo dire che sono fastidiosamente simili). Si tratta, come da titolo, di いつも itsumo, いつでも itsudemo e いつまでも itsumademo… tre “variazioni” dell’idea di “sempre”.

Domande – La formazione dei composti (熟語 jukugo) – prima parte

Preparatevi, perché la domanda posta da uno di voi mi permette di presentarvi uno degli articoli più interessanti che io abbia scritto per tutti quelli davvero appassionati di parole e kanji… per gli altri invece, be’, c’è sempre il prossimo articolo, abbiate pazienza. Da una commento di karuro16 A volte le parole composte sono comprensibili… Read More