Domande – Itsumo, itsudemo, itsumademo

itsumo, itsudemo, itsumademo 01

Da una domanda di Kuniko

Qual è la differenza sostanziale tra itsumo e itsudemo?

Ci sono tre termini, estremamente simili e con traduzioni ugualmente molto simili (devo dire che sono fastidiosamente simili). Si tratta, come da titolo, di いつも itsumo, いつでも itsudemo e いつまでも itsumademo… tre “variazioni” dell’idea di “sempre”.

Il primo dell’elenco, itsumo, è effettivamente molto simile a “sempre”, ma diciamo, per correttezza, che più che sempre è usato in riferimento a (1) qualcosa che avviene con notevole frequenza e (2) un comportamento o stato che appare come routine, un’abitudine quotidiana e che sembra non cambiare. Infine (3) può indicare una situazione normale, solita; traduco con “di norma” o “solito” (come aggettivo)

(1) 彼は人のいいところをいつも見つけられる。
kare wa hito no ii tokoro wo itsumo mitsukerareru.
Lui riesce a trovare sempre i lati buoni delle persone.

(2) 私はいつもこの店で買い物をする。
watashi wa itsumo kono mise de kaimono wo suru.
Io faccio sempre la spesa in questo supermercato.

(3) この公園は、いつもは人が少ないのに、今日はずいぶん人がいる。
kono kouen wa, itsumo wa hito ga sukunai noni, kyou wa zuibun hito ga iru.
Questo parco di solito/di norma non è molto frequentato, eppure oggi c’è parecchia gente.

(3′) いつものところで待っているよ。
itsumo no tokoro de matte iru yo.
(Guarda che) ti aspetto al solito posto!

Quando “de” si intrufola dentro itsumo e crea itsudemo, le cose cambiano. Quel “de”, tanto per cominciare, viene dal verbo essere. Dunque itsudemo suona come “in qualunque momento (sia)” o “in qualsiasi momento” (dal punto di vista etimologico quel “sia” in “qualsiasi” è ovviamente il verbo essere, che dunque torna anche in italiano).

Traducendo “in qualsiasi momento” a volte non posso distinguere tra itsumo e itsudemo: si equivalgono!

(4) 彼はいつも/いつでも冷静だ。
Kare wa itsumo/itsudemo reisei da.
Lui è sempre calmo. (nb “calmo nell’affrontare le situazioni”)

(4′) 彼はいつも/いつでも待ち合わせの時間に遅れてくる。
kare wa itsumo/itsudemo machiawase no jikan ni okurete kuru.
Lui arriva sempre in ritardo rispetto all’orario dell’appuntamento.

L’unica differenza in casi del genere è che itsudemo suona un po’ più forte (è quindi più adatto in casi come 4′ in cui sto biasimando qualcuno, per esempio).

In altri casi però i due non sono intercambiabili

(5) いつでも遊びに来てください。
Itsudemo asobi ni kite kudasai
Vieni a trovarci quando vuoi (in qualsiasi momento)
…qui itsumo e itsudemo non sono la stessa cosa. Itsumo non ci sta.

(5′) 困ったときは、いつでも相談にいらっしゃい。
komatta toki wa, itsudemo soudan ni irasshai.
Quando siete in difficoltà, venite in qualsiasi momento da me per un consiglio.

Al contrario la frase seguente vuole solo itsumo:

(6) いつも学校に歩いて行きます。
itsumo gakkou ni aruite ikimasu.
Vado sempre a scuola a piedi.

D’altronde si parla di un’abitudine, non del fatto che si coglie ogni occasione per svolgere l’azione “andare a scuola a piedi”… a scuola ci si va comunque tutti i giorni (→abitudine).

Da notare, tra l’altro, che itsumo e itsudemo si possono usare anche in frasi al negativo:

(7) 彼はパーティーにはいつも来ない。
kare wa paatii ni wa itsumo konai.
Lui alle feste non viene mai.

(8) こんなチャンスはいつでも来ないわよ。
konna chansu wa itsudemo konai wa yo!
Un’opportunità del genere non capita sempre (/in qualsiasi momento)!

Per finire abbiamo いつまでも itsumademo…

Itsumademo include made (fino), quindi il senso che ci trasmette è qualcosa tipo “fino a (un tempo imprecisato)”. Significa in sostanza “per sempre”.
Quindi “ti amerò sempre”, poiché significa “ti amerò per sempre” non vuole né itsumo né itsudemo, solo itsumademo:

(9) いつまでも愛する。
itsumademo ai suru.
Ti amerò per sempre.

Se dicessi itsumo/itsudemo ai shite iru significherebbe “di solito/ad ogni occasione ti amo” …che non è molto romantico.

Un altro uso possibile di itsumademo è il seguente.

(10) いつまでも泣きつづけた。
Itsumademo nakitsuduketa.
Continuò a piangere senza sosta.

Insomma può significare “senza sosta” o, metaforicamente, “all’infinito”, “per un tempo infinito” (che in effetti non è infinito, solo indefinito e abbastanza lungo).

Con le frasi al negativo anche itsumademo è interessante (traducibile con “per sempre” o con “mai”, a seconda dei casi.

(11) 君もいつまでも独身ではいられないよ。
kimi mo itsumademo dokushin de wa irarenai yo!
Anche tu non puoi restare single per sempre!

(12) ご恩はいつまでも忘れません。
go-on wa itsumademo wasuremasen.
Non scorderò mai il Suo favore.

Per restare bellissima per sempre

11 pensieri su “Domande – Itsumo, itsudemo, itsumademo

  1. << Insomma può significare “senza sosta” o, metaforicamente, “all’infinito”, “per un tempo infinito” (che in effetti non è infinito, solo indefinito e abbastanza lungo). >>

    Cosa si intende per ”ripetizione indefinita nel tempo”? Infinito è ciò che non ha fine nel tempo, mentre per tempo indefinito che cosa si intende?

    Mi piace

  2. “ripetizione indefinita nel tempo” non è in questo articolo.
    “per sempre” indica un tempo infinito, ma se dico “continuò a piangere itsumademo”, posso pure tradurre “continuò a piangere per sempre”, per quanto bruttina come espressione, però non intendo certo che pianse per un tempo INFINITO. E’ ovvio che piange per un tempo INDEFINITO, cioè che “non so quanto dura”, so solo che è lungo.
    Come detto, la traduzione migliore in italiano è “senza sosta” (in inglese possono usare comunque “forever” (per sempre) che comunque non ci sta male.

    Di “ripetizione indefinita” ho parlato a Kuniko, a proposito di “itsumo” (NON itsumademo!)
    https://studiaregiapponese.com/domande/comment-page-21/#comment-21098
    Se dico
    “Certo che tu fai sempre così, eh?!”
    non intendo che qualcuno sta lì a fare qualcosa 24 ore su 24, intendo che lo fa molto spesso o che lo fa “tutte le volte…”
    Per esempio:
    “Quando io dico di andare da qualche parte, fai SEMPRE la stessa smorfia!”
    “Quando io dico di andare da qualche parte, fai TUTTE LE VOLTE la stessa smorfia!”
    …quindi questo “sempre” e “tutte le volte” sono la stessa cosa, no?
    Quindi non è 24 ore su 24, ma si tratta di una ripetizione. Non è chiaro quante volte questa cosa si è ripetuta, quindi è indefinita (=non precisata), tutto qui.

    Mi piace

    • Grazie mille, Kaze! Soprattutto per il tempo che ci dedichi ogni volta e per la precisione delle tue spiegazioni.
      Sarò sincera, io pensavo che infinito e indefinito significassero addirittura la stessa cosa, più leggevo la definizione di questi due termine sul dizionario e più mi sembravano dei sinonimi.
      Itsumademo significa quindi ”per sempre, eternamente, infinitamente”.
      Nell’altro post ti avevo scritto di ”senza interruzione, senza fine” perché questa è la definizione che danno i dizionari di italiano circa il nostro ”sempre”.
      Dal Garzanti Linguistica:
      Sempre = 1. senza interruzione, senza fine (indica una continuità ininterrotta nel tempo): è sempre stato così e sarà sempre così; l’amerò ora e sempre; non pensarci sempre; ne avrò sempre un buon ricordo |sempre tuo, vostro ecc., come formula di chiusa nelle lettere…
      Continuità ininterrotta nel tempo significa che si riferisce a qualcosa che non avrà mai termine?

      Mi piace

      • Sì, significa che non avrà mai termine… Per questo posso dire “ti amerò SEMPRE” = “ti amerò PER SEMPRE” (ovvero “ti amerò per un tempo senza fine e senza interruzione”). Questo significato di “sempre” però non si adatta alla parola itsumo, anche se sul dizionario hai letto che itsumo = sempre.

        Il tuo errore, molto comune, è a monte. Leggi itsumo = sempre, cerchi cosa vuol dire “sempre” e pensi si adatti a itsumo.
        In effetti la traduzione non funziona così.
        Due parole, una italiana e una straniera, non sono mai la traduzione una dell’altra (A= B e B = A). Sono come due insiemi che si intersecano, in certe occasioni si equivalgono in altre no.
        Dunque se è vero che sul dizionario trovi
        itsumo = sempre
        e sul dizionario italiano trovi
        sempre = senza interruzione, senza fine
        non è vero che tu possa dire sempre (=ogni volta <– ripetizione indefinita)
        itsumo = sempre = senza interruzione
        “senza interruzione” è un significato di “sempre” che si adatta poco a “itsumo” e più a “itsumademo” (vd. l’esempio di “continuò a piangere senza sosta”).
        Spero ora sia un po’ più chiaro… se non lo è chiedi pure, ma ti prego, restiamo sul giapponese.

        Mi piace

  3. (10) いつまでも泣き。
    Itsumademo nakitsuduketa.

    manca il 続けた ; )

    Sapevo della differenza tra questi tre vocaboli, ma il tuo articolo mi è servito ad avere le idee ancora più chiare. Interessante la frase nell’immagine iniziale, che direi si possa tradurre: “Sempre, in qualsiasi momento, per sempre.”

    Mi piace

この記事へのコメントをどうぞ! ヾ(。>﹏<。)ノ゙✧*。

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...