N5 in sintesi – Il tema puro e le frasi in WA-GA

Il tema puro e le frasi in ~は~が

È un fatto che si tende a trascurare, ma il tema non è un elemento grammaticale della frase. A volte, dal nostro punto di vista, sostituisce il soggetto o il complemento oggetto, ma può comparire nella frase in modo del tutto indipendente da questi. Quando andremo a tradurre in italiano, lo inseriremo in qualche modo nella frase, con un suo ruolo preciso, generalmente come soggetto… ma ci renderemo anche conto che nella frase giapponese la situazione è diversa.

Le frasi più comuni di questo tipo sono probabilmente quelle in suki/kirai (mi piace/odio), jouzu/heta (sono bravo/incapace). Tuttavia ne incontrerete altre, come quelle che esprimono desiderio (con hoshii) o volontà (con -tai), o le più classiche, che di solito descrivono una parte di qualcosa.

Continue reading N5 in sintesi – Il tema puro e le frasi in WA-GA

Domande – La differenza tra tema e soggetto

Da una domanda di Acciughina969

Ciao, sei sempre molto chiaro nelle tue spiegazioni e mi sono innamorata di questo sito! Volevo chiederti però un’ulteriore spiegazione… Non riesco a capire bene la differenza tra soggetto e tema nella frase giapponese…. Avevo preso dei libri in biblioteca, ma mi hanno confuso e basta >_< Grazie mille!

Quando la gente pensa che il difficile del giapponese sia dato dai kanji, si sbaglia. Studiare i kanji è un processo lungo (e noioso, per molti), ma non è difficile in sé. L’argomento a cui hai appena accennato, invece, è difficile. Molto difficile.

Viene spesso identificato come la differenza d’uso di due particelle, la particella WA che indica il tema, e la particella GA, che indica il soggetto.

Ci sono perfino interi libri sull’argomento. Avevo una sensei in Giappone che ha ammesso di non sapere perché in una frase si usava una particella (ga) invece dell’altra (wa)… mentre io lo sapevo perché era uno dei casi più banali (per un giapponese è questione di “ciò che suona più naturale”, c’è quasi da aspettarselo che non conosca le varie regole).
Tutto ciò per dirti, quanto è difficile. Capirai così perché non possiamo condensare ed esaurire qui il discorso (considera che sto scrivendo un libro sull’argomento!)

La differenza sostanziale tra le due cose, tra il WA che indica il tema, e il GA, che indica il soggetto, può però essere spiegata con pochi esempi… o almeno ci proverò, tieni presente che non possiamo fare miracoli.

Continue reading Domande – La differenza tra tema e soggetto

N5 in sintesi – La particella wa (parte 2)

は (wa)
seconda parte – approfondimento per il precedente post su “wa”

☑ 意味: Riguardo a…; introduce il tema (detto anche argomento o topic)

Per capire questa lezione potrebbe essere utile studiare prima certe differenze tra “wa” e “ga” che ho esaminato nella lezione su Aがあります dalla seconda pagina in poi. Soprattutto però è indispensabile che leggiate la prima parte di questo articolo.

Ecco le altre frasi d’esempio che avevo promesso (minacciato?). Come vedrete sono un po’ più complesse (ciò significa che forse non vi serviranno per l’esame del JLPT N5, ma ciò non toglie che siano argomenti essenziali da trattare per capire qualcosa della lingua giapponese). Esplorano ciascuna aspetti diversi, diverse sfumature, soprattutto, rispetto alle frasi viste nella prima parte di questo argomento.

Continue reading N5 in sintesi – La particella wa (parte 2)

N5 in sintesi – La particella wa

は (wa)
*la particella は si pronuncia wa anche se si scrive ha

☑ 意味: Riguardo a… ; introduce il tema (detto anche argomento o topic)

Non dovrebbe essere necessario, ma per capire questa lezione potrebbe essere utile studiare prima certe differenze tra “wa” e “ga” che ho esaminato nella lezione su Aがあります dalla seconda pagina in poi.

☑ 例文:

  1. ou wa totemo yasashii ou datta
    Il re era un re molto buono
  2. watashi no senmon wa nihongo desu
    Il mio corso di studi(/laurea) è “Lingua giapponese”
  3. boku wa inu ga kowai/boku wa inu ga suki
    Io ho paura dei cani/Mi piacciono i cani (vd. note)
    (lett.) Riguardo a me i cani sono spaventosi/i cani sono “piacevoli/desiderabili”
  4. niku wa tabenai ga, sakana wa taberu
    Non mangio la carne, ma mangio il pesce

Per le note riguardanti queste frasi continuate a leggere. In un secondo post che pubblicherò a breve (31/10/’12) troverete la continuazione di questo post, con altre frasi d’esempio e altre note.
Queste (frasi e note) quasi sicuramente non vi serviranno per il test del JLPT, ma ve le proporrò lo stesso per cercare di approfondire quello che è uno degli argomenti più difficili di tutta la lingua giapponese (mi spiace, ma i kanji sono uno scherzo in confronto^^).

Continue reading N5 in sintesi – La particella wa

N5 in sintesi – Arimasu/imasu: “trovarsi in un luogo” e avere

Aがあります/います (ga arimasu/imasu)
e una parentesi su “wa e ga”

☑ 意味:

  1. Esserci, trovarsi; il luogo (se espresso) è indicato con la particella に (o con には se il complemento è anche tema). Il soggetto, espresso con が (o は se è tema) ha le seguenti limitazioni in base al verbo:
    • arimasu (aru) = C’è/Ci sono cose, oggetti inanimati
    • imasu (iru) = C’è/Ci sono persone, animali, soggetti animati
  2. Possedere, avere; は o には indica la persona che possiede. Ciò che è posseduto, cioè il soggetto di…
    • imasu (iru) → corrisponde a persone, animali, soggetti animati
    • arimasu (aru) → può essere animato o inanimato! (cose, animali, persone)

    Non è così comune, ma se la cosa posseduta è il tema (cioè usa は invece di が), la persona che possiede sarà indicata normalmente solo da に (non da は o には).

Continue reading N5 in sintesi – Arimasu/imasu: “trovarsi in un luogo” e avere

は (wa) e が (ga) con il verbo aru (e iru)

Ancora una volta ci tocca parlare di wa e ga. L’idea è quella di presentarvi un approfondimento, legato in particolare ai verbi aru ed iru, che danno spesso problemi.

Un classico errore degli studenti di giapponese è ritenere, in base a quanto studiato su pessimi testi, che con il verbo “aru” o “iru” (e, in generale, in frasi come quelle degli esempi visti qui) non possa essere usata la particella wa al posto di ga. Questo non è affatto vero. Continue reading は (wa) e が (ga) con il verbo aru (e iru)