Affrontare il JLPT

Questa pagina sarà un indice di tutti i contenuti dedicati al JLPT. Con l’abbreviazione JLPT si indica il Japanese Language Proficiency Test e indica il 日本語能力試験  (Nihongo Nōryoku Shiken), un test che si svolge ogni anno, due volte all’anno, in vari paesi del mondo, ma una volta sola all’anno nel caso dell’Italia (contemporaneamente in 3 città: Milano, Roma e Venezia), e permette di ottenere una certificazione ufficiale sulle proprie conoscenze di Giapponese.

In questa pagina…

  1. Indice dei post di grammatica di base del JLPT, livello N5
  2. Tutto il materiale che può servire per tutti i livelli del JLPT (kanji, vocaboli…)
  3. Informazioni necessarie per l’iscrizione

shinu ki de

1. Articoli di grammatica di base del JLPT N5

Attenzione! Questi articoli servono a chi si prepara per il JLPT N5 e potrebbero risultare troppo difficili per un principiante assoluto: sono pensati più che altro come materiale da consultare quando non si è capito un determinato argomento e non costituiscono un corso vero e proprio. Ci sono delle “premesse” per aiutarvi all’inizio o potete cercare gli argomenti che non conoscete nell’indice di grammatica.

INDICE DEI PATTERN GRAMMATICALI DELL’N5

  1. Premesse
  2. です/だ – il verbo essere (come copula)
  3. じゃありません/じゃない(です)  il negativo del verbo essere
  4. Ripasso su verbi godan, ichidan e verbi che fanno eccezione
  5. Le forme in -ます/-ません (le forme cortesi)
  6. La particella も (anche)
  7. Xがあります/います (esserci e avere)
  8. Le particelle で/に (usate per il complemento stato in luogo)
  9. Le particelle に/へ (usate per il moto a luogo)
  10. La particella に …quando la si usa per il tempo determinato
  11. La particella を del complemento oggetto
  12. La particella は del tema (N.B. può servire un confronto wa/ga, a questo indirizzo)
  13. La particella は del tema (approfondimento)
  14. Forma volitiva/esortativa in -ましょう
  15. Chiedere e proporre qualcosa (1) – il focus sul parlante: -ましょうか
  16. Chiedere e proporre qualcosa (2) – il focus sull’ascoltatore: -ませんか
  17. Il passato dei verbi – forma cortese, affermativa e negativa
  18. Il passato dei verbi – forma piana, affermativa e negativa
  19. Ripasso – Gli aggettivi in -i e quelli in -na (tutte le forme)
  20. La forma in -te – Come si costruisce?
  21. La forma in -te – Negativo, passato e forma cortese (?!)
  22. La forma in -te – Come imperativo
  23. La forma in -te usata per coordinare (1)
  24. La forma in -te – Come modale
  25. La forma in -te usata per coordinare (2)
  26. La forma in -te – Come causale (frasi causali 1)
  27. Limitazioni e alternative alla forma in -te
  28. La forma in -te + mo
  29. La forma in -te + mo ii
  30. La forma in -te + wa ikemasen
  31. Le frasi in kara (frasi causali 2)
  32. Andare a…, venire a…
  33. La forma -te aru e i verbi durativi
  34. Le forme in -te iru e i verbi istantanei
  35. L’intenzione espressa con tsumori
  36. I verbi naru e suru
  37. Il tema puro e le frasi in WA-GA
  38. La forma (mada) -te imasen
  39. Più, il più, -issimo e così via (motto, ichiban e totemo; l’uso di “…no naka de” e di “…no hou ga”)
  40. Troppo… (l’uso di -sugiru)
  41. Le espressioni con koto ga aru
  42. Le frasi in node (frasi causali 3)
  43. Il desiderio espresso con hoshii
  44. La volontà espressa con la forma in -tai
  45. Le particelle da usare con la forma in -tai (N.B. Facoltativo!)
  46. La congiunzione “e” per unire due nomi – Le particelle と to e や ya
  47. L’idea di “mentre” resa con ~ながら -nagara
  48. La forma in -tari e la costruzione (V2-tari) V1-tari suru

2. Tutto il materiale che può servire per tutti i livelli del JLPT

Ok, e ora che avete studiato… siete pronti all’esame?!

3. Informazioni necessarie per l’iscrizione

Questa non è una pagina ufficiale del test, serve solo a darvi un’idea di cosa vi aspetta!

DATA DEL TEST → La prima domenica di dicembre (ca. dalle 12 alle 16:30)
SEDI → MILANO, ROMA, VENEZIA
MODULI ORDINABILI DA → verso fine Maggio
L’ISTITUTO GIAPPONESE A ROMA RISPEDISCE I MODULI → tra inizio Luglio e metà Settembre
SCADENZA PER ORDINARE I MODULI → ca. 10 Settembre
SCADENZA PER SPEDIRE I MODULI E PAGARE IL BOLLETTINO → ca. 18 Settembre

I moduli si possono richiedere a questo indirizzo o andando sul sito dell’Istituto giapponese di cultura in Roma, sezione Lingua, cliccando “richiesta moduli”.

I moduli dovranno essere compilati in ogni parte, corredati di due foto-tessera INCOLLATE e non spillate, e accompagnati dalla ricevuta del bonifico che attesterà l’avvenuto pagamento della tassa di esame.

La quota di iscrizione per l’esame 2014 sarà ufficializzata in seguito. (Per l’esame 2014 e’ stata di € 50,00 (cinquanta/00) per i livelli N1, N2, N3 e di € 45,00 (quarantacinque/00) per i livelli N4 e N5)

Il pagamento va effettuato SOLO tramite Bonifico Bancario o Postale intestato a: ISTITUTO GIAPPONESE DI CULTURA
IBAN: IT 02 I 02008 05177 000400829683
Indicando come causale SOLO il COGNOME e il NOME del candidato

Entro metà novembre si riceve l’Examination Voucher.
Con questo voucher, un documento di identità valido e il materiale per sostenere l’esame (matita, gomma e temperino) dovrete presentarvi alla sede d’esame per sostenere il test.

Le sedi di esame possono variare di anno in anno. Per il 2014 erano queste:
Roma:
Università degli Studi La Sapienza , Studi Orientali – ex Caserma Sani, in Via Principe Amedeo 182 B (MAPPA)
Milano
: Università degli Studi di Milano – Polo di Mediazione Interculturale e di Comunicazione, P.zza Indro Montanelli, 1, 20099, Sesto San Giovanni (MAPPA)
Per sostenere l’esame a Venezia, bisogna rivolgersi all’Università Ca’ Foscari

N.B.! – Questa pagina potrebbe non essere sempre aggiornata per una mia mancanza o perché una data ecc. non risulta ancora disponibile. Nel frattempo per informazioni, e per sicurezza, potete controllare il sito dell’istituto di cultura giapponese, jfroma.it o andare al sito ufficiale del JLPT (in inglese e, ovviamente, giapponese).

114 pensieri su “Affrontare il JLPT

  1. Salve, grazie mille per il sito, sempre utilissimo!
    A Dicembre affronterò l’ N5 ed essendo la mia prima volta sono davvero confusa per quanto riguarda i punteggi da superare… Intendo, nei vari moduli c’è scritto che i punti totali sono 180 e bisogna farne almeno 80 per passare l’esame. A cosa si riferiscono precisamente? È da luglio che sono in crisi e non sono riuscita a capire^^”
    Grazie mille

    Mi piace

    • Scusa il ritardo nella risposta, ero in viaggio ed è finita che mi sono scordato di rispondere.

      C’è un punteggio minimo che devi realizzare per passare e ok, diciamo che equivale alla nostra “sufficienza”, ma l’esame è diviso in una serie di prove. (“grammatica, kanji e vocaboli”, “letture” e “ascolto”)… in ciascuna di queste prove devi prendere almeno tot punti (mi pare 19 su 60) o non passi anche se nel complesso avevi la sufficienza. Spero sia tutto chiaro ora.
      Ad ogni modo ti consiglio di affrontare l’esame senza nemmeno pensare alla sufficienza o al voto in sé… A tal proposito ho scritto un articolo che penso ti tornerebbe utile leggere
      https://studiaregiapponese.com/2016/05/16/faq-che-livello-provo-al-prossimo-jlpt/
      Ciao, alla prossima

      Mi piace

  2. Salve, vi ringrazio ancora per le dritte del vostro fantastico sito! È quasi un mese che studio sul corso dell’hoepli e mi piacerebbe affrontare il jlpt di livello 5 a dicembra, lo posso fare anche se ho 15 anni o avrò problemi di tipo “burocratico” per la mia età? (Ho comprato pure il vostro primo quaderno e devo dire che mi trovo propio bene! Ho scritto una recensione su Amazon =D )

    Mi piace

この記事へのコメントをどうぞ! ヾ(。>﹏<。)ノ゙✧*。

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...