(Soprav)vivere in Giappone (03) – Entrare e uscire

Riprendiamo la rubrica di (Soprav)vivere in Giappone, la full immersion virtuale di Studiare (da) Giapponese, per occuparci ancora di tutte quelle insegne e segnali che può essere molto utile saper interpretare vivendo o viaggiando in Giappone. Oggi in particolare tratteremo di tutto ciò che ha a che fare con l’entrare e l’uscire (p.e. in/da un locale), l’aprire e il chiudere, ecc.

Potremmo collegarvi anche il concetto di “aperto” e “chiuso” che ritroviamo all’entrata di locali e ristoranti, ma di quello abbiamo giù trattato in CHIUSO, APERTO… and everything in between e quindi vi rimando a quell’articolo.

E che ci sarà mai di difficile a entrare e uscire da un posto?! – direte voi. Capisco lo sfogo, ma non è così semplice come pensate. Certo, potreste trovarvi un’immagine molto esplicativa, come quella qui sotto, proprio quando avete bisogno di trovare l’uscita…

Continua a leggere

(Soprav)vivere in Giappone (02) – Tobidashi chuui!

Sì, quella nell’immagine è la mascotte di una patata dolce… E no, non potete chiedere perché.

L’idea dietro la parola “tobidashi” è l’azione di “saltar fuori” o “sbucare dal nulla” …che sono parole che ritroviamo quando qualcuno investe un pedone e si giustifica, no?

La volta scorsa abbiamo visto a cosa fare attenzione in Giappone per non farsi investire, oggi vedremo cosa deve fare invece un automobilista per non investire nessuno.

Ehi, ma io non guido, che mi frega? – Non è detto che perché uno non guida non trovi dei punti interessanti in questo articolo. Ad esempio io, in Giappone, non avevo una macchina, ma più volte mi sono ritrovato a chiedermi cosa fossero certe strisce verdi che vedevo per strada e certi strani cartelli con… Be’ oggi vedremo anche questi! 😉

Continua a leggere

(Soprav)vivere in Giappone (01) – Wataru na!

Chi ha detto che il Giappone non è un posto pericoloso? Il Giappone può essere un posto pericolosissimo… se non sapete leggere. Immaginate ad esempio di attraversare la strada in un punto in cui è vietato: potreste avere un incidente. O peggio venire multati! Lo so, vi chiederete: “Come fa ad essere peggio una multa di un incidente?”. Ragazzi, sono 20 mila yen… 160 euro!

Ok, forse sto esagerando per giustificare il titolo. Ad ogni modo, da oggi iniziamo una rubrica sul giapponese “di sopravvivenza”, i.e. il minimo indispensabile che vi servirà andando in Giappone. Vedremo un po’ di tutto, dai cartelli stradali alle insegne di negozi, indicazioni e avvisi di vario tipo …anche prescindendo dall’utilità, a dire il vero: andremo là dove ci porta il cuore (e sono aperto a suggerimenti) vedendo le traduzioni di manifesti e pubblicità, anche solo perché sono divertenti, mirando a una sorta di full-immersion virtuale (ben poco “full” per ora, ma quando ci saranno abbastanza articoli…).

Innanzitutto troverete un’immagine come quella in alto. Per prima cosa provate a leggere il testo di ogni nuova immagine  (consideratevi ufficialmente sfidati). Ci sarà molto hiragana, per cui non dovrebbe essere un problema, ma comunque troverete lettura, traduzione e ovviamente qualche chiarimento e curiosità che non fanno mai male.

Tutto chiaro? Allora, se siete pronti, cominciamo…

Continua a leggere

日本語学校 2 – Le migliori scuole di Giapponese in Giappone

nihongo gakkouQualche giorno fa ho parlato delle Nihongo gakkou, le scuole di Giapponese in Giappone. Non mi è piaciuto non aver potuto dare a Giulia una risposta precisa su quali siano le migliori scuole di giapponese in Giappone, così ho deciso di fare delle ricerche.

Ora, come potete immaginare non esistono siti in Italiano che si occupino di valutare le scuole di giapponese in modo serio… Così io ho cercato qualcosa in inglese e nel contempo ho chiesto a mia moglie di cercare in cinese (per i cinesi imparare il giapponese in Giappone per poi restare a studiare e/o lavorare in Giappone non ha nulla a che fare con il salto nel buio che è per noi occidentali, è un modo come un altro di proseguire i propri studi o migliorare il proprio curriculum).

Cosa abbiamo dunque scoperto in alcune ore di intense ricerche?

Continua a leggere

日本語学校 – Scuole di Giapponese in Giappone

Da una domanda di Giulia

mi sto per laureare in Lingue Europee ed Orientali, mi sapresti consigliare un buon college in Giappone che non sia necessariamente a Tokyō (ma nemmeno in una città ghetto ahah) e che non costi una barca di soldi? Vorrei partire dopo la laurea (triennale) ad Aprile 2015, e stare 3 mesi, per conseguire un certificato JLPT. Ho guardato in giro e mi sono imbattuta nella ARC Academy, che ne pensi tu? Mi sapresti dare qualche informazione in più relativa ad altri organizzatori di queste “vacanze studio”?

Allora, “college” equivale alla nostra università, o meglio alla laurea triennale. In Giappone si parla di 大学 daigaku ed equivale appunto al college (un po’ particolare a dire il vero) o all’undergraduate course di una University americana. Per completezza aggiungo che andare a una “Graduate school” (di una University americana) o ad una 大学院 daigakuin giapponese significa frequentare una magistrale.

Ciò a cui ti riferisci è invece una 日本語学校 nihongo gakkou, o almeno immagino poiché citi l’Arc Academy (che era poi la mia scuola mentre ero in Giappone),

Non mi sento di raccomandartela, ma il problema non è la scuola… e nemmeno tu, per carità! Il fatto è che, credo, si tenda a fraintendere il vero scopo di queste scuole; ma andiamo con ordine.

Continua a leggere

Borse di studio per studiare in Giappone (e JET)

Ambasciata_giapponese_headerSono aperti i bandi per partecipare all’assegnazione di borse di studio da parte del Ministero dell’Istruzione giapponese (riservate ai cittadini italiani) e i bandi per il JET.
Per questo secondo punto vi rimando rapidamente qui dato che è di scarsa importanza (sempre 1 solo posto con altissimi requisiti, per appena un anno).

Per le borse annuali (per laureandi) la prima scadenza è a breve (28 febbraio), per le biennali (per laureati, di triennale o magistrale, e artisti) che presentino un “progetto di ricerca” (in Giappone questo progetto si presenta non solo per i Ph.D. (博士 hakushi), ma anche per la 大学院 daigakuin, che sarebbe circa l’equivalente della nostra magistrale).

Di seguito trovate tutte le informazioni e il link al sito.

Continua a leggere

Vinci un viaggio in Giappone

Oggi ho notato, non senza una certa sorpresa, che una vecchia proposta (bocciata, che io sapessi) a sostegno del turismo, è tornata ad affacciarsi sul web, direttamente sul sito del JNTO, l’ufficio del turismo giapponese (che ha finalmente una pagina in italiano).

Partecipate (rispondendo a un questionario) e potrete vincere un viaggio in Giappone… anzi, in effetti ci sono in palio vari premi: volo, tour, soggiorno in hotel…. Temo che le probabilità non siano altissime, ma perché non provare?!

Clicca qui per il link al sito del concorso

From Tokyo with love… maji de.

P1030580Come qualcuno avrà notato, il sottotitolo del blog è ora una parodia del titolo del film con John Travolta, From Paris With Love. Ad essere sincero esiste anche un film intitolato From Tokyo with Love, ma è talmente vecchio che è impossibile pretendere che qualcuno lo conosca…
Invece l’espressione giapponese “maji de” si usa per dire “sul serio” o “dico davvero”.
Fin qui tutto chiaro, no?

Svelati questi piccola retroscena, passiamo al grande annuncio…

Continua a leggere