Società – Uniformi alla moda e conformismo

Oggi polemizzo un po’, in modo positivo e informativo (spero si capisca). Eccovi quindi un’immagine, trovata su facebook di recente, che mi ha fatto fare un sobbalzo (l’ennesimo). Di quei sobbalzi che uno si agita sulla sedia e la sedia fa un rumoraccio strano che assomiglia a delle parole umane, tipo: “Macheccaz***” …un rumore così, più o meno.

L’immagine è quella che vedete qui sopra, il post originale lo trovate qui di seguito (così come la critica).

Continua a leggere

Capire il Giappone – La terza regola della società giapponese (4a parte)

Da qualche tempo stiamo affrontando il tema della “maschera sociale” in Giappone. Abbiamo visto i primi tre punti qui sotto:

  1. 配慮 hairyo, la considerazione per gli altri
  2. La vergogna, la faccia e le apparenze
  3. La buona educazione
  4. I proverbiali(?) tre cuori dei giapponesi

Oggi vedremo l’ultimo punto, affrontando il quale tratteremo anche (forse ne avete già sentito parlare) i concetti di honne e tatemae …ma non solo! C’è un grande escluso poco citato di solito, che invece non è il caso di trascurare perché è il cuore vero del discorso: l’ 本心 honshin 😉

Continua a leggere

Capire il Giappone – La terza regola della società giapponese (3a parte)

In questa rubrica stiamo parlando, da alcuni post, di “(indossare una) maschera sociale”, tema che abbiamo associato a una “terza regola della società giapponese“. Abbiamo visto i primi due punti qui sotto

  1. 配慮 hairyo, la considerazione per gli altri
  2. La vergogna, la faccia e le apparenze
  3. La buona educazione
  4. I proverbiali(?) tre cuori dei giapponesi

Oggi affrontiamo il successivo, davvero molto interessante, specie perché tutti hanno sentito dire che i giapponesi sono molto educati, ma pochi sanno che non è sempre stato così e forse ancora meno persone sanno fin dove si può arrivare (a quali estremi!) con l’educazione e le buone maniere.

Buona lettura!

Continua a leggere

Capire il Giappone – La terza regola della società giapponese (2a parte)

capire il Giappone la terza regola della società giapponese vergogna faccia apparenze haji kao manboku mentsu

La volta scorsa nell’articolo Capire il Giappone – La terza regola della società giapponese abbiamo iniziato a parlare di “maschera sociale” e abbiamo detto che farlo richiede di considerare almeno quattro punti:

  1. 配慮 hairyo, la considerazione per gli altri
  2. La vergogna, la faccia e le apparenze
  3. La buona educazione
  4. I proverbiali(?) tre cuori dei giapponesi

Abbiamo visto nel dettaglio il punto A, per cui è il momento di proseguire e vedere i punti successivi.

Continua a leggere

Capire il Giappone – La terza regola della società giapponese

Maschere tragedia greca

L’articolo di oggi ovvero La terza regola della società giapponese riguarda la cosiddetta “maschera sociale”, il fatto che sia imperativo indossarne una e il paradosso per cui, per evitare di indossarla, si è costretti a ricorrere ad una maschera vera e propria… ma procediamo con calma.

Se vi foste persi gli articoli precedenti, andateli a leggere o il rischio è che non ci capiamo…

…in particolare l’ultimo articolo è necessario, perché ciò di cui parleremo oggi riguarda ovviamente i rapporti con l’altro. Se non vi siete persi niente, perfetto, continuate pure 😉

3. Terza regola: Indossare una maschera sociale

Inserirsi nella società giapponese richiede di indossare una maschera sociale, cioè rapportarsi agli altri membri della società, non così come siamo, ma presentando un’altra versione di noi stessi, che, anche se controvoglia, tiene in grande considerazione gli altri, come e più di sé stesso. In una certa misura ciò avviene in molte società, in Giappone però è una caratteristica spesso esasperata (e esasperante).

Parlare di “maschera sociale” richiede di considerare almeno quattro punti:

  1. 配慮 hairyo, la considerazione per gli altri
  2. La vergogna, la faccia e le apparenze
  3. La buona educazione
  4. I proverbiali(?) tre cuori dei giapponesi

Oggi cominciamo con il vedere il punto A.

Continua a leggere

Capire il Giappone – La seconda regola della società giapponese

Oggi nell’affrontare la seconda regola della società giapponese, continuiamo a parlare di “gruppo”. La volta scorsa il tema era “il gruppo prima del singolo”, oggi guardiamo ai legami entro il gruppo e al rapporto tra interno ed esterno del gruppo, i “famosi” 内 uchi e 外 soto.

Se vi foste persi gli articoli precedenti, andateli a leggere o il rischio è che non ci capiamo…

  1. Missione impossibile: Capire il Giappone
  2. Capire il Giappone – La prima regola della società giapponese

Se non vi siete persi niente, perfetto, continuate pure 😉

Continua a leggere

Capire il Giappone – La prima regola della società giapponese

Andiamo avanti con le analogie da film con l’articolo di oggi: Capire il Giappone 2, la vendett… ehm… Le regole della società giapponese.

Da oggi vedremo infatti Le 5 regole fondamentali della società giapponese. Be’, è solo per dargli un nome accattivante, perché non sono ovviamente solo cinque! Certo è però che questi sono alcuni degli aspetti più caratterizzanti (e alcuni ben poco conosciuti e/o pubblicizzati) della società nipponica.

Avevo previsto un singolo articolo per tutte e cinque le regole in questione, ma è venuto così lungo che ho dovuto per forza si cose spezzarlo in articoli più brevi. Tenete quindi presente che questa “rubrica” ci terrà compagnia per un po’. Volendo la ritroverete nella pagina di Cultura e curiosità.

Tutto ciò, ve lo ricordo, nasce dall’ultimo articolo, Missione Impossibile: Capire il Giappone. Vi avevo promesso infatti che avremmo visto quelle regole della lingua che ci permettono di capire le convenzioni, le usanze, quegli aspetti poco noti della cultura giapponese che ho chiamato “Le regole del gioco” e, ovviamente (ma questo è un nostro grande classico) il loro legame con la lingua giapponese, come, in un certo senso, studiando la lingua possiamo arrivare a scoprire, intuire …e a volte perfino capire queste “regole non scritte”, che sono di enorme importanza per chiunque voglia vivere in Giappone o comunque capirlo un po’ più a fondo.

Prima di cominciare però devo chiedervi di andare a dare un’occhiata al precedente articolo …anche se lo avete già letto! Sappiate infatti che c’è stata un’importante modifica per includere l’agghiacciante e ridicolo reportage de Le Iene su Akihabara (la trovate al punto 1).

Ma lasciamo stare il giornalismo in stile Mediaset e veniamo a cose serie.

Continua a leggere

Missione Impossibile: Capire il Giappone

Capita di sentir dire che il Giappone è un paese che si odia o si ama. Certamente si sentono dimostrazioni d’amore spassionato e talvolta frasi di scherno …e sia le une che le altre sono decisamente insensate, prive di fondamento. In breve, la maggior parte delle persone non capiscono il Giappone, purtroppo.

Non si può però fargliene una colpa. Non si va molto oltre il loro livello se si dà addosso al primo otaku che capita a tiro o, dall’altro lato, a qualcuno che dice che “non vivrebbe mai in Giappone perché (motivazione a caso).

Continua a leggere

Stranezze giapponesi (19)

123127597-18d74ccf-c81a-4dc2-b416-370d48bc3e65La volta scorsa abbiamo parlato dei Kenkou otaku, i fanatici della salute. Tra questi ci sono i fanatici della bellezza, che si sottopongono a strani trattamenti, oltre che a cure costose di farmaci e rigide abitudini quotidiane.

La galleria di immagini che trovate a seguire consiste in una serie di alcuni di questi curiosi prodotti… Non sto a descriverli, ma potete immaginare da voi: vedete dove si applica e considerate che il prodotto dovrebbe servire (ma non serve a nulla) a rendere più bella, giovanile, ecc. quella parte anatomica in questione.

Continua a leggere