N5 in sintesi – La congiunzione “e” per unire due nomi

La congiunzione “e” come la intendiamo nella maggior parte delle lingue occidentali non esiste in giapponese. Non c’è infatti una “parolina” breve breve come “e”, “and”, “et”, “y”, “und” ecc. che permette di unire parole o frasi allo stesso modo. Elencare due o più elementi in giapponese richiede innanzitutto di distinguere. Voglio mettere una “e”… Read More

N5 in sintesi – Le frasi in ので node

Prima di affrontare questo argomento leggete Le frasi in から kara, o andatelo a ripassare. Le frasi con kara e node sono più complesse di quel che sembra, proprio per questo di norma viene detto solo “node è una forma più cortese di kara”, sempre che si degnino di dirlo. Questa frase è però una… Read More

N5 in sintesi – Il tema puro e le frasi in WA-GA

Il tema puro e le frasi in ~は~が È un fatto che si tende a trascurare, ma il tema non è un elemento grammaticale della frase. A volte, dal nostro punto di vista, sostituisce il soggetto o il complemento oggetto, ma può comparire nella frase in modo del tutto indipendente da questi. Quando andremo a… Read More

N5 in sintesi – Le frasi in から kara

Le frasi che usano から kara Le frasi con kara sono più complesse di quel che sembra, le vedremo in dettaglio un giorno quando vedremo anche un paragone tra kara e node. Per ora limitiamoci a quel che ci serve per l’esame.

N5 in sintesi – La forma in -te + mo

La ~て形 te-kei con も mo La te-kei, て形 (o テ形), o “forma in -te”, può unirsi alla particella “mo”, cioè “anche”. In questo caso viene ben tradotta dall’espressione “anche se…”. N.B. Questo argomento potrebbe non essere compreso nell’N5, ma io lo reputo indispensabile per la comprensione del prossimo argomento (-te mo ii) che invece… Read More

N5 in sintesi – Limitazioni e alternative alla forma in -te

Il post di oggi è diviso in due parti, che rispecchiano il titolo. Se le limitazioni riguardano chiaramente ogni studente, le alternative sono in effetti un argomento di carattere più elevato. Se non avete altro interesse che il livello N5, potete saltare il paragrafo in questione. +++ Limitazioni alla forma in -te (o テ形, te-kei)… Read More

N5 in sintesi – La forma in -te come causale

La forma in -te (o テ形, te-kei) come causale Nel caso di proposizioni in cui la forma in -te equivale ad una causale, nella frase principale possiamo avere solo una riposta emotiva del soggetto o una situazione inevitabile …cioè nella principale non c’è espressione di volontà del soggetto; se ci fosse, sarei costretto a usare… Read More

N5 in sintesi – La forma in -te usata per coordinare (2) – la forma negativa

La forma in -te (o テ形 te-kei) usata per coordinare, posta al negativo Coordinare con la forma negativa… si può fare davvero? Caso 1 – Frasi coordinate in successione temporale e frasi modali In un certo senso sì, si può fare la forma negativa della te-kei modale e di quella che esprime una frase coordinata… Read More

N5 in sintesi – La forma in -te come modale

La forma in -te (o テ形, te-kei) come modale Vediamo una prima frase, tipicamente usata per gli esempi di questo tipo di frasi con la forma in -te 歩いて近くのコンビニに行きます。 Aruite chikaku no konbini ni ikimasu. Vado al konbini (qui) vicino a piedi/camminando. Nel caso sopra la frase modale è abbastanza semplice. È altrettanto semplice nel… Read More