N5 in sintesi – I verbi naru e suru

maxresdefault

L’argomento di oggi è spesso affrontato scrivendo solo ~く/~に+なる (-ku/-ni naru), il che è sbagliato sotto più aspetti. Primo perché questa forma non coinvolge solo gli aggettivi come lascia a intendere quanto scritto sopra (gli aggettivi in -i hanno una “forma in -ku” e quelli in na, indovinate un po’, possono prendere il ni). Secondo perché trattare naru e ignorare suru non è saggio secondo me, in quanto sono due verbi strettamente legati tra loro.

Continue reading N5 in sintesi – I verbi naru e suru

JLPT livello N5 – Grammatica – Verbi in -jiru e verbi in -zuru

Nell’unirsi a certi sostantivi suru ha subito talvolta delle modifiche. Ad esempio in certi casi il verbo する suru, o meglio, il suo suono S iniziale è stato sonorizzato in ずる zuru. Similmente le altre sue forme si basano sulla sonorizzazione del primo kana, quindi しない shinai è divenuto じない jinai. Ad esempio esiste il verbo 案ずる anzuru (preoccuparsi, allarmarsi), al negativo 案じない anjinai. Tuttavia questi verbi in -zuru suonano spesso come parole antiquate.

Un’altra modifica risulta più interessante. Certi sostantivi, oltre alla sonorizzazione hanno optato per l’uso della radice shi- anche nel caso della forma piana affermativa (ma ricordiamoci che shi sonorizzato diviene ji). Dunque sono nati verbi come 信じる shinjiru (credere), che si comportano, anzi, sono a tutti gli effetti dei verbi ichidan.

Continue reading JLPT livello N5 – Grammatica – Verbi in -jiru e verbi in -zuru

JLPT livello N5 – Grammatica – Particolari verbi in suru

Oggi la lezione ruoterà attorno ad un elenco di verbi che non accettano la costruzione “sostantivoをsuru” (vedremo poi meglio come stanno davvero le cose).
Ah! Ricordate che finché ci occuperemo di questo argomento, quando dico “sostantivo” intendo il sostantivo che crea il verbo in suru. P.e. “benkyou” nel caso di “benkyou suru” oppure “ai” nel caso di “ai suru” (gli altri sostantivi nella frase sono indicati con A o B).
Questi due esempi sono poi perfetti perché mentre posso dire sia “Aをbenkyou suru”, sia “Aのbenkyouをsuru”, posso dire “Aをai suru” ma non “Aのaiをsuru” (né posso usare un’altra posposizione al posto di の), cioè molto semplicemente non dico mai “aiをsuru”.
Continue reading JLPT livello N5 – Grammatica – Particolari verbi in suru

JLPT livello N5 – Grammatica – Particolarità dei verbi in suru

Quest’immagine di Moyashimon ci aiuta molto perché contiene un esempio per ciascuno dei “tipi di verbi in suru” di cui dobbiamo parlare: 通用する (tsuuyou suru) e 信じる (shinjiru).

Come prima cosa vorrei parlare dei verbi che non accettano la forma “sostantivoをsuru” (e riservare al 2° tipo un post a parte), ma penso sia bene fare un discorso un po’ più generale prima, per capire meglio e in modo completo il “rapporto” dei verbi in suru con la particella を wo. Continue reading JLPT livello N5 – Grammatica – Particolarità dei verbi in suru

JLPT livello N5 – Grammatica – Verbi composti con suru

I “verbi composti con suru” o anche solo “verbi in suru” sono sostantivi seguiti dal verbo “suru”. Ad esempio 勉強する “benkyou suru”, dove benkyou indica lo “studio” e suru, significa “fare”, ho quindi “fare studio” che equivarrà, ovviamente, a “studiare”. Allo stesso modo 愛する “ai suru”, cioè “amore (ai) + fare (suru)”, significherà “amare”. Nell’immagine del titolo abbiamo 共鳴する “kyoumei suru”. Come si intuisce dai kanji (共, “insieme”, e 鳴, suonare, fare rumore) kyoumei significa “risonanza”, quindi, poiché l’aggiunta del verbo “suru” trasforma questa parola in verbo, ho che kyoumei suru vorrà dire “risuonare”.

Ovviamente non potete prendere un sostantivo qualsiasi e trasformarlo in verbo (anche se nello slang giovanile capita^^). Continue reading JLPT livello N5 – Grammatica – Verbi composti con suru

JLPT livello N5 – Grammatica – Il verbo する suru (fare)

Dopo ichidan e godan esiste un terzo gruppo di verbi, comunemente detti (perlomeno da me) “verbi in suru”. Questi verbi sono sostantivi seguiti, molto semplicemente, dal verbo “suru” (cioè “fare”). Dunque, prima di affrontarli (nella prossima lezione) è necessario parlare un po’ del verbo suru, specialmente perché, ahimé…

Il verbo suru è irregolare

È il secondo esempio di verbo irregolare che vediamo dopo aru (vi ricordo che le poche eccezioni dei verbi giapponesi verranno riassunte in un post a parte). Purtroppo risulta molto più irregolare di aru (che si limita a fare “nai” al negativo), in compenso però, se non altro, non si scrive mai con il kanji che sarebbe assai complesso (為る).

Continue reading JLPT livello N5 – Grammatica – Il verbo する suru (fare)