Il primo libro di Studiare (da) Giapponese è finalmente qui. KANA – Caratteri e suoni della lingua giapponese (disponibile da oggi su Amazon) è una introduzione alla lingua giapponese che tratta in dettaglio la scrittura, la pronuncia e i due sillabari giapponesi, i kana appunto (hiragana e katakana).

La sua realizzazione ha richiesto quasi un anno di lavoro, il risultato però è stato al di là delle mie stesse attese. È il libro che avrei voluto quando ho iniziato a studiare giapponese: scende nei dettagli e risponde a tutte le domande che rischiano di bloccare gli studenti, ma lo fa usando sempre un linguaggio semplice e chiaro, da blog, e non quello tecnico e assurdo di tanti altri libri.

Basta con le tipiche espressioni da libri di giapponese… Cose tipo:

  • Il giapponese è una lingua polisillabica agglutinante (?!?)
  • La R è una consonante vibrante alveolare (?!?!?)
  • Impariamo il primo kana: あ, a. Vediamo un esempio: ありがとうございます… (?!?!?!?)

Frasi costruite apposta per farvi credere che il giapponese sia una lingua impossibile. Non fidatevi! Anche i bambini giapponesi lo imparano: DEVE essere più facile di così, basta che qualcuno ve lo insegni in modo semplice e chiaro.

Se siete d’accordo con me KANA – Caratteri e suoni della lingua giapponese  è il libro che fa per voi.

Già a partire dalla sua organizzazione è pensato per aiutare studenti con esigenze anche molto diverse. Sarà utile sia ai principianti assoluti, sia a chi ha già studiato i kana ma fatica a ricordarli, sia a chi li ha già imparati per bene ma si porta dietro dei dubbi (o magari non sa di averli) sulla scrittura e sulla pronuncia. Qui troverete risposta tanto a importanti domande quanto a semplici curiosità. Ad esempio Perché certi kana si scrivono in due modi? Cosa sono gli hentaigana? Esistono parole miste di kanji, hiragana e katakana? Perché la parola “Yen” non c’è in giapponese? Quando le “i” e le “u” sono mute? Perché certe volte sento la “i” in “kirei”? Perché in certe parole la R suona come una D? …e così via.

Di seguito trovate una descrizione di ciascuna parte del libro e un’anteprima dei suoi contenuti, così da farvi un’idea del metodo utilizzato e della sua efficacia. Se vi piacerà spero che lo comprerete …e, vi prego, scrivete una recensione! Mi rivolgo a tutti voi, amici e studenti, appassionati di giapponese e Giappone che mi seguite da tanto tempo: se lo comprate scrivete una recensione, vi prenderà due minuti e anche una sola recensione in più fa un’enorme differenza per un libro su Amazon. Grazie! ヾ(。>﹏<。)ノ゙

A. Hiragana e katakana

Cominciamo parlando del corso per lo studio dei kana. D’altra parte chi vuole imparare il giapponese deve partire da hiragana e katakana e questo libro è lo strumento migliore per riuscire in questa difficile impresa, sia per i principianti, che vedendo un centinaio di simboli da imparare si mettono le mani tra i capelli, sia per chi ha già provato a studiare i kana ma finisce sempre per confonderli, esita nello scriverli o nel leggerli, ha l’impressione di dimenticarne sempre più man mano che ne impara di nuovi.

Imparare hiragana e katakana (e non scordarli più) sarà un gioco da ragazzi grazie a un metodo che sfrutta approcci diversi… perché siamo tutti diversi e impariamo più facilmente se impariamo con il metodo più adatto a noi. Per questo il libro prevede l’uso di

  • immagini buffe (e kawaii), che hanno maggior probabilità di imprimersi nella memoria
  • “storie” (mnemonics) che aiutano a ricordare forma e pronuncia di ogni kana
  • esercizi di lettura
  • esercizi di scrittura, kana → roomaji e roomaji → kana
  • un gran numero di vocaboli scelti apposta per facilitare la memorizzazione (e che permetteranno allo studente di costruirsi un primo vocabolario di base)
  • spiegazioni, quando necessario, consigli utili, piccoli trucchi e curiosità

Ciascun approccio vi permette di affrontare il problema della memorizzazione dei kana da un diverso angolo per offrirvi la sicurezza di riuscire finalmente ad impararli (e non scordarli più).

Ma giudicate voi stessi! Qui sotto avete la prima riga di hiragana e katakana

(cliccate sulla prima immagine per ingrandire e poi spostatevi con le frecce)

Notate alcuni punti importantissimi:

  • Gli esercizi di scrittura si basano su una calligrafia naturale (ma propongono anche un confronto con i font più importanti, Minchou e Gothic).
  • Gli esercizi di lettura usano un font chiarissimo, nato da poco e già adorato da internet.
  • Le parole presentate coinvolgono solo i kana già imparati e si basano principalmente su quelli della riga che si sta studiando: basta con quei libri che come esempio per il primo hiragana, あ (A), propongono parole lunghissime e piene di kana mai visti.
  • Vi basterà imparare le 2-3 parole in grassetto per ricordare tutti i kana di una riga!

B. Introduzione alla lingua giapponese

La prima e la seconda parte del libro sono dedicate ai temi della scrittura e della pronuncia dei suoni del giapponese, anche qui però l’approccio è completamente nuovo. Si spazia dai kanji al roomaji, dalla corretta pronuncia della R alle vocali “mute” del giapponese. Particolare attenzione viene dedicata a quelle che sono le tipiche domande degli studenti di lingua giapponese, dalle più comuni a quelle che di solito restano senza risposta:

  • Da dove vengono hiragana e katakana? Quando e perché si usano?
  • Perché certi caratteri hiragana sono scritti in due modi?
  • Cosa sono gli hentaigana?
  • Come si scrivono con il PC certi kana e simboli?
  • Perché i giapponesi non rinunciano ai kanji o almeno al katakana?
  • Esistono parole miste di kanji, hiragana e katakana?
  • Perché certe parole si scrivono in un modo ma le sento pronunciare in un altro? Sono l’unico a sentire la differenza? Perché certe volte sento la “i” in “kirei”? Perché in certe parole la R suona come una D?
  • Quando le “i” e le “u” sono mute?
  • Il suono “ye” non c’è in hiragana, ma allora da dove viene “Yen”? E la birra “Yebisu”?
  • Perché ho trovato una “u” con il nigori (ヴ) ?
  • Ci sono gli accenti in giapponese? È davvero una lingua basata sui toni?
  • Cos’è lo shadowing e come posso usarlo per migliorare?

…e via così, cercando di dare una risposta chiara alle tante domande che impediscono agli studenti di procedere tranquilli sulla loro strada verso la conquista del giapponese.

Per quanto riguarda la pronuncia, è possibile anche usufruire di un aiuto audio. A questa pagina

https://studiaregiapponese.com/libri/kana/pronuncia/

trovate tutte le parole che possono esservi d’aiuto nel cercare di capire la pronuncia dei suoni più difficili del giapponese (la pagina riprende, fin dalla sua struttura, tutti gli argomenti del libro in tema di pronuncia).

KANA – Caratteri e suoni della lingua giapponese

La mia unica preoccupazione è di non riuscire a rendere l’idea di quanto io stesso sia entusiasta di questo libro. La soluzione migliore, mi sono detto, è lasciar giudicare e parlare voi stessi. Quindi, da un lato inserisco qui un’anteprima, oltre al link ad Amazon, dall’altro vi chiedo di scrivere delle recensioni su Amazon, importantissime per la visibilità di un libro.

Link alternativo all’anteprima. Per scaricare l’anteprima usa tasto destro e “Salva destinazione con nome…”.

m(_ _)m よろしくお願いいたします (yoroshiku onegai itashimasu)

Preferite ve lo dica con una kaomoji? Ecco: ( `・∀・´)ノヨロシク

Meglio uno yojijukugo stile teppista? No problem… 夜露死苦!(yo ro shi ku! XD)

29 thoughts on “Il primo libro di SdG – KANA, caratteri e suoni della lingua giapponese

  1. Ciao,
    da quando ho iniziato a studiare giapponese non ho mai perso un tuo post…perché?Semplice, articoli chiari, ben scritti, una mano santa per chi è autodidatta.
    Ovviamente ho ordinato subito il libro!

  2. Ce l’hai fatta! complimenti, mi sembra un libro perfetto per un imbranato come me! permettimi una domanda su ciò che sta dietro alla pubblicazione: self publishing? lo hai autoprodotto? Io ci sto ragionando per i miei libri. Appena potrò lo prenderò anch’io, voglio vedere poi che scusa mi invento per non migliorare il mio Giapponese!

    1. Grazie! ^_^
      Self-publishing con CreateSpace (una azienda-figlia di Amazon). Non è semplicissimo, ma nemmeno impossibile… Ci sono anche delle guide di altri autori/blogger che lo hanno usato e hanno condiviso l’esperienza… cosa che può tornare utile, visto che il sito è solo in inglese.

  3. ahhh finalmente….ordinato ora…. più i 2 quadernetti base per esercitarsi :D….. attendo impaziente l’arrivo. 🙂
    ありがとうございます。

  4. Complimenti per il traguardo! 🙂

    Ti auguro abbia un bel successo e ripaghi tutti tuoi sforzi, sia quelli che ci metti per questo bellissimo sito, sia per quelli che ci hai messo per il libro!

    ( L’immagine a inizio articolo è davvero bella 😀 )

  5. Sto frequentando un corso on-line di Giapponese ed è più di un anno che lo studio con frequenza. Navigando ho trovato il vostro sito e sono rimasto colpito dalla quantità e dalla qualità di informazioni presenti. Complimenti . Ho acquistato ieri su amazon il vostro libro, e mi verrà recapitato martedì. Grazie di tutto

    1. Grazie dei complimenti e dell’acquisto! Altri libri e un videocorso nostro arriveranno in seguito (entro l’anno). Continua a seguirci e se hai domande, c’è nella barra nera la sezione Domande e (lì trovi anche) il sito Nihongo no kuni! ^__^

  6. A chi ha ricevuto e apprezza questo mio primo libro… Appena potete scrivete una recensione per favore!

    Per il libro (e per me) anche una sola recensione in più fa tutta la differenza del mondo.

    Inoltre per chi scriverà una recensione ci sarà una bella sorpresa in giugno!

    1. Sorpresa a parte, da come lo descrivi e da come lo descrivono gli altri utenti, hai creato davvero un must have.
      Appena ordinato su Amazon, da te non mi aspetto nient’altro che un bestseller! 😉

  7. Comprato e subito letto! È un libro completissimo anche per chi conosce già i kana! Ci sono sezioni interessantissime anche per chi è più avanzato nello studio! Bellissimo e bravissimo Kaze! Complimenti anche alla moglie 👍🤗

  8. Non commento molto spesso, tra timidezza e disgrazia non amo scrivere commenti^^’, ma devo dire che ho adorato il libro!Ho lasciato anche una recensione su Amazon, sono la cliente con dislessia, così magari riesci a riconoscermi visto la particolarità della cosa xD

  9. E’ arrivato!!!! Sto studiando il giapponese da sola per pura passione attraverso un buon corso online… ma quando ho scoperto questo libro non ho resistito. E’ molto molto carino! Le spiegazioni sono chiare, e penso mi aiuterà nella scrittura che mi è molto ostica. I disegnini sono adorabili!! Grazie!

  10. La pratica delle Arti Marziali sicuramente ti invoglia a cercare di penetrare la cultura di un popolo come quello Giapponese e, naturalmente, per penetrare nella sua cultura devi padroneggiarne la lingua. Ho un bellissimo rapporto con i Maestri giapponesi (… la comune origine isolana?) ma il loro italiano è …inesistente e il loro inglese molto “basico”, per cui ho deciso di iniziare a studiare il giapponese, lingua che prima di trovare questo bellissimo sito ritenevo troppo complessa: “Studiare (da) Giapponese” mi ha fatto capire che la cosa, anche alla mia non tenera età (67), non è semplicissima ma neppure impossibile. Peccato non averlo scoperto prima.
    Ho naturalmente acquistato il libro.
    10 e lode dal punto di vista didattico ( e parlo da insegnante che ha trascorso quarant’anni nella scuola).
    Dal punto di vista della veste editoriale invece non posso dire la medesima cosa. Un font troppo piccolo e poco incisivo rende la lettura difficile e faticosa per chi, come il sottoscritto purtroppo, ha qualche problema di vista legato all’età, sia per le parti in lingua italiana ma in particolare per i kanji. Non avrei avuto alcun problema trent’anni fa, e capiasco che chi inizia a studiare il giapponese è probabilmente molto giovane e non ha questo genere di problemi…
    La seconda parte del libro, quella dedicata alle esercitazioni, riesco a leggerla un pochino meglio rispetto alla prima con le considerazioni introduttive, ma la validità di questo libro avrebbe meritato, a mio parere, qualche riga per pagina in meno, una ventina di pagine in più, un formato A4 pieno e un diverso font.
    Spero che le mie considerazioni siano considerate in maniera costruttiva per una eventuale seconda edizione, che naturalmente mi affretterei ad acquistare…
    Cordiali saluti
    Antonello R

    1. Ho letto anche la tua recensione su Amazon, così come ho letto quella di chi vuole un formato più compatto del libro. Così come il commento di chi mi ha chiesto dove avessi preso quel font così pulito e leggero 😅 Giuro che non vorrei altro che accontentare tutti ma è davvero impossibile… Anche fare due versioni per un libro è in realtà come scrivere due libri perché non è un testo realizzato con Word, usiamo Adobe InDesign e quindi ogni pagina è un po’ come un’immagine… non basta ingrandire il carattere.
      Comunque già da tempo ho deciso che realizzeremo la nuova edizione in formato più grande con un font più grande (per non aumentare il numero di pagine, cosa che farebbe aumentare il prezzo, una preoccupazione per molti), ma soprattutto per renderlo nello stesso formato del libro di kanji e del futuro libro di corso.
      Alla luce di questa promessa sarebbe fantastico se cambiassi la tua recensione in 5 stelle, visto che comunque i contenuti sono “da 10 e lode”… Così avremmo un buon margine per continuare ad avere l’unico libro con 5 stelle piene nonostante abbia quasi 100 recensioni …e sarebbe un grande incoraggiamento visto che pubblicare una nuova edizione significa anche perdere tutte le recensioni precedenti

  11. Cinque stelle per la validità della proposta didattica e, se la nuova edizione avrà un formato più grande e un diverso font, che contrasti bene con il bianco della pagina, anche sei…
    Se osserviamo i testi per l’editoria infantile, vediamo che i caratteri sono molto più grandi del normale: questo certo non perché i bambini abbiano problemi di presbiopia, anzi…

Rispondi a Ginevra ^-^ Annulla risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.