Favole – Momotarou (Seconda parte)

Momotarou è una favola enormemente popolare in Giappone e non c’è giapponese che non la conosca… al punto che (per uno spot della Pepsi) ne è nata una versione live-action con Ogura Shun. Va detto che esistevano già delle versioni cinematografiche, ma alle fan di Ogura Shun (più giù un’altra immagine) e a chiunque sano di mente non interesserà la versione di 40 anni fa.

Se vi siete persi la prima parte correte al post Momotarou (Prima parte).

Come al solito il tutto è mirato allo studio dell’hiragana, quindi niente roomaji. Anche questa volta  abbiamo l’audio qui sul sito! Il metodo migliore può essere aprire questa pagina in due diverse finestre del browser, in una leggere e nell’altra fermare e playare l’audio.

Buona lettura e buon ascolto!


+++
そしてある日、桃太郎が言いました。
そしてあるひ、ももたろうがいいました。
E così un giorno Momotaro disse.

「ぼく、鬼ヶ島へ行って、わるい鬼を退治します」
「ぼく、おにがしまへいって、わるいおにをたいじします」
“Andrò ad Onigashima¹ e sterminerò gli orchi”

¹Il nome Onigashima significa, letteralmente, “l’isola degli orchi”, anche se usa la posposizione “ga” invece di “no”. Ne ho parlato più diffusamente nell’articolo Le alternative a no (nel senso di の !)

おばあさんにきび団子を作ってもらうと、鬼ヶ島へ出かけました。
おばあさんにきびだんごをつくってもらうと、おにがしまへでかけました。
Appena la nonnina gli preparò dei kibidango², partì alla volta di Onigashima.

²Il termine kibidango oggi giorno indica varie cose, anche dei dolcetti, ma le provviste di Momotaro sono in effetti “polpette (dango) di farina di miglio (kibi)”.

旅の途中で、イヌに出会いました。
たびのとちゅうで、イヌにであいました。
Durante il viaggio incontrò il Cane.

「桃太郎さん、どこへ行くのですか?」
「ももたろうさん、どこへいくのですか?」
“Momotaro, dove vai?”

「鬼ヶ島へ、鬼退治に行くんだ」
「おにがしまへ、おにたいじにいくんだ」
“Ad Onigashima. Vado a caccia di orchi.”

「それでは、お腰に付けたきび団子を1つ下さいな。おともしますよ」
「それでは、おこしにつけたきびだんごをひとつくださいな。おともしますよ」
“Se le cose stanno così, dammi uno dei kibidango che hai legato al fianco. Ti accompagno!”

イヌはきび団子をもらい、桃太郎のおともになりました。
イヌはきびだんごをもらい、ももたろうのおともになりました。
Il Cane ricevuto un kibidango, affiancò Momotaro (nel suo viaggio).

そして、こんどはサルに出会いました。
そして、こんどはサルにであいました。
Dopodiché (Momotaro) stavolta incontrò la Scimmia.

「桃太郎さん、どこへ行くのですか?」
「ももたろうさん、どこへいくのですか?」
“Momotaro, dove vai?”

「鬼ヶ島へ、鬼退治に行くんだ」
「おにがしまへ、おにたいじにいくんだ」
“Ad Onigashima. Vado a caccia di orchi.”

「それでは、お腰に付けたきび団子を1つ下さいな。おともしますよ」
「それでは、おこしにつけたきびだんごをひとつくださいな。おともしますよ」
“Se le cose stanno così, dammi uno dei kibidango che hai legato al fianco. Ti accompagno!”

そしてこんどは、キジに出会いました。
そしてこんどは、キジにであいました。
Infine (Momotaro) stavolta incontrò il Fagiano³.

³Il Fagiano è in effetti il fagiano verde o fagiano giapponese, l’uccello nazionale del Giappone.

Momotaro p2 (2)

「桃太郎さん、どこへ行くのですか?」
「ももたろうさん、どこへいくのですか?」
“Momotaro, dove vai?”

「鬼ヶ島へ、鬼退治に行くんだ」
「おにがしまへ、おにたいじにいくんだ」
“Ad Onigashima. Vado a caccia di orchi.”

「それでは、お腰に付けたきび団子を1つ下さいな。おともしますよ」
「それでは、おこしにつけたきびだんごをひとつくださいな。おともしますよ」
“Se le cose stanno così, dammi uno dei kibidango che hai legato al fianco. Ti accompagno!”

こうして、イヌ、サル、キジの仲間を手に入れた桃太郎は、ついに鬼ヶ島へやってきました。
こうして、イヌ、サル、キジのなかまをてに入れたももたろうは、ついにおにがしまへやってきました。
E così, Momotaro, avendo guadagnato dei (nuovi) compagni, il Cane, la Scimmia e il Fagiano, finalmente arrivò all’isola di Onigashima.

Momotaro favola

Immagino che la cosa vi lascerà un po’ stupiti: “Se andassi a caccia di orchi/demoni, quel che l’è, passi magari per il cane, ma non mi porterei appresso una scimmia, e soprattutto un fagiano!”. Le interpretazioni in tema sono tante. Si va da quella che tira in ballo l’eto, che abbiamo visto nell’articolo Si fa presto a dire “Buon anno (cinese)”, ma sai cos’è l’eto?

 Momotaro e l'eto

…come si deduce dal grafico (se uno riconosce i kanji in questione). Vengono scelti il cane la scimmia e un uccello perché sono questi i simboli che “antagonizzano” meglio l’orco. E perché? Perché l’orco con la sua natura di essere potente ma privo di controllo, è rappresentato dalla tigre …non a caso veste con una pelle di tigre (e questa immagine era già consolidata, pare, quando la favola dovrebbe essere stata creata).

Altre interpretazioni sono metaforiche, attribuiscono a cane, scimmia e fagiano i significati di lealtà (o l’idea di potersi fidare di/affidare a qualcuno), conoscenza e coraggio. Sarebbero le tre caratteristiche necessarie a chi vuole sopravvivere in questa “Onigashima” che è la nostra società, il mondo. Certo, si potrebbe obiettare che non c’è nulla di coraggioso in un fagiano, ma bisogna ricredersi quando si scopre che il ruolo del fagiano nella caccia all’orco è quello di beccargli gli occhi!

この記事へのコメントをどうぞ! ヾ(。>﹏<。)ノ゙✧*。

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...