Sono disponibili online i risultati del JLPT. Per una spiegazione dettagliata delle votazioni potete guardare questa pagina (in inglese). Allora… Com’è andata?!

Dicci come è andata nei commenti!

19 thoughts on “Online i risultati del JLPT: come è andata?

  1. Ho affrontato per la prima volta il livello N5, da completo autodidatta e posso dire di ritenermi completamente soddisfatto. Non ho avuto il massimo ma il rating A in tutte le sezioni mi ha hatto capire che ho risposto correttamente a una buona parte delle domande. Adesso mi sto preparando per il livello N4. Questo esame mi ha fatto capire il mo punto debole, su cui devo lavorare molto di più rispetto alle altre sezioni. L’ ascolto…. che poi penso sia la parte più difficile, rispetto alla lettura e comprensione del testo. Capire istantaneamente ciò che ti viene detto e non avere tempo per pensare è arduo ma non impossibile. 頑張りましょう。

  2. Io ho sostenuto il livello N4, dopo aver già sostenuto l’N5 l’anno scorso. L’ho passato con 150/180 con 90/120 nella sezione di language knowledge e 60/60 nell’ascolto. Sono contenta di averlo passato, ma speravo di aver fatto meglio nella prima sezione – mentre l’ascolto mi era sembrato difficile, in quanto pieno di verbi coniugati in forma piana che sì, conosco, ma ai quali non sono “abituata”. È un peccato non poter visionare i test corretti 🙁
    Adesso, alla luce di questi risultati, non so se tentare direttamente l’N3 a dicembre o aspettare.

    Un saluto 🙂

  3. Ri-Fatto N4 per migliorare il punteggio basso dell’anno scorso (100, diviso in 60 vocaboli grammatica kanji lettura e 40 ascolto)…. beh… ho ripreso di nuovo 100! Divisi diversamente… 68 e 32….. in effetti ero arrivato stanco alla listening… ma per il jlpt per me è sempre un terno al lotto l’ascolto, perchè la modalità delle domande non è per capire se hai compreso la conversazione, ma fare ragionamenti di logica o memoria (logica giapponese tra l’altro! 😉 )

    detto questo, colpa mia che non ho studiato abbastanza….volevo migliorare e di tanto il punteggio, quindi le lacune che avevo le ho mantenute….dovrò migliorare ancora di più.

    ora inizio preparazione… per quale livello? lo deciderò al momento di spedire il modulo… come qualcuno ha saggiamente suggerito in un articolo su un blog ben fatto riguardo al giapponese e dintorni….

    頑張りましょう!

  4. Ciao, io ho passato il livello N3 dopo essere stata bocciata l’anno scorso per pochi punti. Direi che la strada per l’N2 per me è ancora molto lunga, per ora cercherò di consolidare il livello raggiunto guardando film in lingua e leggendo materiali il più diversi possibile. Penso di sentirmi pronta ad affrontare il livello successivo solo tra un paio d’anni, in quanto studio solo nel tempo libero perché lavoro a tempo pieno.

  5. Ottimo atteggiamento!

    Ti suggerisco di guardare valanghe di film, serie tv, anime ecc. in lingua originale con sottotitoli (lascia stare chi dice di non usarli!). Ricordati solo di aprire le orecchie. Poi, certo ovviamente puoi fare anche esercizi mirati per la listening del JLPT; esistono dei libri che puoi trovare su Amazon e/o Amazon Japan (che è anche in inglese, quindi puoi andare tranquillo).

    In bocca al lupo per l’anno prossimo!

  6. Per dissipare i tuoi dubbi ti consiglio questo articolo

    https://studiaregiapponese.com/2016/05/16/faq-che-livello-provo-al-prossimo-jlpt/

    Per quanto riguarda l’esame in sé, devi anche capire se il tuo problema sono kanji, vocaboli, grammatica o letture. Ricordo bene che quando passai l’N2 tutti i punti persi erano stati persi in lettura… Di solito si tratta di una brutta bestia… ma dall’N3 in su. Comunque, se sono le letture il tuo problema, potrebbe essere una questione di logica (giapponese) del test, oserei dire. Il che significa che l’unico modo per migliorare è fare esercizio con i libri ad hoc.
    Se il punto non sono le letture, be’ ovviamente il discorso cambia e serve un autoesame più approfondito. Ti consiglio di svolgere dei test di prova (esistono libri su amazon) e/o quelli presenti sul sito ufficiale (non ricordo se dà le risposte corrette). Come dici giustamente tu, serve sapere dove si è sbagliato!

  7. eheheh! 😉

    Nel tuo caso voglio aggiungere qualcosa a quel che avevo detto in quell’articolo. Se uno rifà il test dopo aver studiato un anno e riprende lo stesso voto, qualcosa non va. Può essere il metodo di studio, può essere che la logica del test stona fin troppo con il tuo modo di pensare, può essere che il materiale che usi non vada bene o non vada bene per te …possono essere tante cose.

    Come hai ben detto, studia a prescindere e poi decidi il livello all’ultimo; ma prova anche a cambiare approccio. Traduci, grammatica hoepli alla mano, dei testi di canzoni, come facevo io, oppure del materiale legato alle tue passioni, vedi tu. Dimentica per un po’ il test in sé. Dopo qualche mese ci torni su, con un test di prova (sempre N4) e vedi, cerchi di capire i punti deboli. Quando sai cosa ti manca, cerchi del materiale adatto, mirato a quella/e sezione/i del test in cui sei più in difficoltà.

    In bocca al lupo!

  8. Ottimo piano! Ti suggerirei questo articolo

    https://studiaregiapponese.com/2014/09/08/leggere-materiale-in-originale/

    …e volendo, di guardare su Amazon Japan (ma forse qualcosa c’è anche su Amazon Italia), che volendo puoi impostare in inglese, per trovare eventualmente materiale per il JLPT al tuo livello (o altro materiale originale, magari, te la butto lì, un manga che ti piace tanto 😉 e che forse è venuto il momento di provare a leggere in originale!)

  9. in realtà avevo studiato solo 4 mesi… da agosto… e di sera/notte… però non voglio trovare giustificazioni. Di sicuro qualcosa non va. E siccome altri prendono voti alti… devo trovare in me quel qualcosa…. capirlo, digerirlo e cambiando.
    Farò tesoro dei tuoi consigli e del tuo sito… e comunque, non mollerò!

    GRAZIE!

  10. Ottimo articolo, grazie mille. E’ decisamente arrivato il momento di cominciare a leggere del materiale originale, non per studenti, per poter fare un salto di qualità!

  11. N5 passato! Non ci credo credevo che per colpa dell’ascolto non sarei passata, ma invece no yaaa 😀 adesso punto all’ N3 come conoscenza studio per arrivare a poter parlare più normalmente è capire molto di più per l’esame in sé si vedrà se faccio o no. L’N 4 sicuro non lo faccio, non mi ispira per niente ><

  12. L’ho passato anch’io! (N5) E devo ringraziare solo te e questo sito… ho studiato anche su altri siti e i classici libri hoepli, ma il 99% l’ho fatto qua 😀
    La parte di grammatica/vocabolario mi aspettavo di averla superata, ma non con un punteggio così alto (100/120), avevo molta paura per l’ascolto, e infatti… ho preso 29/60.
    Già sapevo che è il mio punto debolissimo, perciò sto cercando di migliorare, mentre colmo le lacune che ancora ho di grammatica N5 e inizio a imparare qualche parola nuova per l’N4.

  13. In tanto complimenti per il risultato. Anche solo perdere implica però aver avuto il coraggio di sfidare il “mostro”, se poi uno passa pure e con un voto abbastanza alto, c’è solo da rallegrarsi.

    Per aiutarti nell’ascolto e nel parlato può esserti molto utile fare shadowing
    Su Amazon c’è questo libro che uso con gli studenti e ritengo molto valido perché presenta scenette con un parlato molto naturale:
    http://amzn.to/2jWoL1l
    Non è adattissimo per chi è a inizio N5, ma nel tuo caso, avendo passato l’N5 e mirando all’N4, è sicuramente adatto e penso che ti tornerà utile.

    In bocca al lupo per il prossimo livello 😉

  14. Lo so xD ma lo faccio gradualmente come fare N4 e poi N3 ma invece di puntare prima alle conoscenze del 4 e poi a quelle del 3 punto al 3 (?) non so se ha senso é solo una cosa mentale mia ~
    Ho avuto modo di nuovo di parlare con giapponesi di persona (per lavoro) e questo mi ha dato una spinta diversa dal solito :3

    Grazie comunque ^-^

  15. Grazie per il suggerimento, l’ho già salvato nel carrello di Amazon e tra qualche tempo lo comprerò 🙂

  16. Ho controllato solo ieri perché ero convinta di non averlo passato!! E invece ho finalmente passato l’N2 e sono troppo felice 😀 (era la seconda volta che ci provavo). Non so se 118 possa ritenersi un buon punteggio – probabilmente no – ma non mi interessa, sono così contenta di non doverlo più rifare xD

Fatti sentire!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.