Libri (in italiano) per lo studio del giapponese

Una delle prime domande che ci si fa quando si vuole studiare giapponese è “Che libro uso?”

Devo dire che ne ho provati tanti… e alla fine tutto dipende dalla persona che vuole studiarlo e da come vuole studiarlo. Innanzitutto… in inglese? O per forza in italiano? Sì, perché l’inglese ci dà molte più possibilità, ma tanti mi dicono che non lo sanno o non si fidano abbastanza del proprio inglese per arrischiarsi a leggere un libro.

Posto che il mio consiglio è quello di provarci comunque, perché è usando l’inglese che lo si impara (nessuno può fare affidamento sull’inglese imparato a scuola, per quanto bene l’abbia studiato)… Vediamo con questo post i migliori testi in italiano.

Chiariamo, per iniziare, cosa ci serve per lo studio (non serve tutto subito, ovviamente):

0. Un’introduzione alla lingua e l’aiuto necessario per imparare hiragana e katakana
.1. Corso (il libro di testo, generalmente in 2 o 3 volumi) ← in questa pagina!
2. Grammatica di giapponese
3. Dizionari di vocaboli (Vocabolari giapponesi-italiano e italiano-giapponese)
4. Dizionario di kanji
5. Eserciziari (per ora solo quelli de Il giapponese a fumetti, vd. questa pagina)
6. Materiale utile per scrivere in giapponese

Per trovare i testi vi consiglio siti come amazon.it o hoepli.it, oppure i siti delle relative case editrici. Potete anche copiare il codice ISBN in google e trovare subito vari risultati. passando a google immagini poi, dovreste poter trovare anche delle immagini di anteprima (o perlomeno di solito è possibile, ma dipende anche da quanto è vecchio il libro: più è recente più è probabile trovarne). Anche Google Libri spesso può essere un’ottima fonte per sfogliare un libro prima di comprarlo e farsene un’idea (è possibile anche su amazon).

1. Corso di lingua

Prima di iniziare voglio chiarire bene un punto: nessuno dei testi che vedremo è l’ideale. Non ho mai trovato un testo che mi facesse dire “Ah! Questo sì che è perfetto!”, né da studente né da insegnante. E vi assicuro che ne ho comprati e/o esaminati davvero moltissimi. A tutto ciò si aggiunge il fatto che lo stato dell’editoria italiana è quello che è, così nessun testo è stato pensato per gli italiani. Il corso del punto A è per spagnoli, quello Hoepli (punto B) è un testo inglese, il libro della Marino che è corso e grammatica insieme (e vedremo la prossima volta) è la traduzione di un testo tedesco. Che c’entra? …penserà qualcuno. C’entra. Parecchio. Ma non fatemi iniziare o non la smetto più.

I testi in circolazione sono divisibili in alcuni gruppi. (1) I “tascabili”/brevissimi (stile “impara il giapponese in un mese”) che non meritano la nostra considerazione. (2) I corsi universitari, che sono quasi interamente in giapponese e richiedono la presenza di un insegnante (e sono noiosissimi e fatti con lo stampino). (3) I corsi fruibili anche da autodidatti, divisibili in corsi interamente in roomaji e corsi che presentano anche i kanji. A noi interessa solo quest’ultimo gruppo e solo quelli che usano i kanji. Ragion per cui potrete aver visto o sentito parlare di molti testi, ma la realtà è che alla fine della fiera a noi interessano solo quelli che trovate qui di seguito.

A. Il giapponese a fumetti

La prima alternativa che vi suggerisco è questo: Il giapponese a fumetti – Corso base di lingua giapponese attraverso i manga, di Marc Bernabé, della Kappa Edizioni.
Il prezzo è di circa 22 euro a volume (scontati a 18 per acquisiti online). I codici ISBN sono i seguenti (ve ne basta uno qualunque dei due, a 10 o a 13 cifre; i link sono ad Amazon):

  • Primo volumeISBN-10: 8874712332 e ISBN-13: 978-8874712335
  • Secondo volumeISBN-10: 8874710836 e ISBN-13: 978-8874710836
  • Terzo volumeISBN-10: 8874712952 e ISBN-13: 978-8874712953

PRO! - Sembrerà sciocco come testo, a giudicare dal titolo, ma (1) copre le stesse cose dei corsi “principali” (2) annoia molto meno (non sottovalutate questo fattore o non andrete molto avanti nello studio: fare quello che fate vi deve piacere) (3) è l’unico che ha un’idea del corso basato sullo spiegare le cose. Gli altri testi, in pratica, fanno esempi e esercizi, sì, ma non scrivono chiaro e tondo “si dice così perché…”. Il motivo è semplice: sono basati sui testi giapponesi delle elementari, che non spiegano proprio nulla… al massimo mettono dei disegnini (e quindi richiedono la presenza di un insegnante). (4) Inoltre il corso è accompagnato dall’eserciziario (in due volumi… ma non credo che ne uscirà un terzo; tra parentesi sono 16 euro l’uno, 13 online).
CONTRO! - (1) Sebbene sia più discorsivo di altri testi, pronto a spiegare invece che lasciare intuire vari concetti, è poco “bilanciato”. Nei capitoli iniziali è per certi versi molto lento, poi inizia di colpo con una serie di concetti che sarebbe bene affrontare con calma e separatamente. Nonostante ciò in queste parti non è troppo diverso da altri testi e nel complesso continuo a credere sia migliori degli altri testi. (2) I fumetti sono un po’ sfigati, essendo originali non sperate in chissà che cosa. Per finire (3) Il corso per lo studio dei kanji (della stessa collana ma a parte), non è ancora disponibile in italiano, purtroppo. E dico “purtroppo” perché è realizzato molto bene (per quanto non esaustivo: coprirà alcune centinaia di kanji), usando immagini e storie per aiutarvi a ricordare. Esiste però in inglese… solo 2 volumi per ora, ma un 3° volume esiste in spagnolo, quindi probabilmente uscirà anche in inglese, visto il grande successo della serie.

B. Il corso di lingua giapponese dell’Hoepli

C’è però chi pensa “Fumetti? Ridicolo! Roba da bambini!” e dunque vuole un libro… più che “serio”, diciamo “serioso”. Chi la pensa così, finisce per prendere l’unica altra vera scelta possibile: il corso dell’hoepli… ma finirlo non è impresa da tutti (e in effetti io non l’ho finito^^). Tuttavia è innegabile che, al di là dell’approccio “serioso”, anche il corso della Hoepli abbia i suoi vantaggi. E vediamolo, allora, questo benedetto corso. Il titolo è il più banale possibile, Corso di lingua giapponese (vol.1), di S. De Maio, ed. Hoepli. Il prezzo di ogni volume è di circa 24 euro (scontati per acquisti online a ca. 20). I codici sono i seguenti:

  • Primo volumeISBN-10: 8820336634 e ISBN-13: 978-8820336639
  • Secondo volumeISBN-10: 8820336642 e ISBN-13: 978-8820336646
  • Terzo volumeISBN-10: 8820336650 e ISBN-13: 978-8820336653

PRO! - È un corso classico, ma meno “copiato dai libri giapponesi delle elementari”, così, grazie a qualche spiegazione in più e ai molti esercizi presenti, potrete studiare da soli con una certa facilità. Purtroppo è l’unico altro corso disponibile in italiano ed utilizzabile anche da autodidatti^^.
CONTRO! - (1) Come tutti gli altri corsi è comunque fatto ad “esempio→esercizio”, quindi la maggior parte delle volte dovrete immaginare, guardando l’esempio e la traduzione, il senso della costruzione grammaticale che avete davanti e replicarla nell’esercizio. (2) Vi suggerisce che kanji studiare unità dopo unità, ma ad un passo molto lento, troppo lento a mio parere… sono 2136 kanji, prendersela comoda non ha senso.

Se volete ancora qualche parola per fare un confronto tra i due corsi, potete guardare nei commenti, o commentare a vostra volta.

…e non ci sono altri libri/corsi di lingua giapponese?!

Sì ci sono, ma difetto enorme, non presentano la scrittura (esempi tutti in roomaji), per cui non mi sento di consigliarli: vi perdereste quella che è forse la parte più affascinante del giapponese e, se questo non vi interessa perché siete tipi pratici, restereste pur sempre degli analfabeti.

C’è però chi per un motivo o per l’altro preferirà questo approccio. Quindi ecco due corsi che potreste provare

Comprendere e parlare giapponese. Lezioni ed esercizi. Con soluzioni. Con 3 CD Audio è un testo in due volumi e tre CD (per completezza è quindi preferibile al successivo). Inoltre l’autrice è Matilde Mastrangelo (la stessa della grammatica Hoepli), quindi quantomeno affidabile.

Impara il giapponese con Zanichelli. Questo invece è un volume con 2 CD audio.

Con il prossimo post vedremo che grammatica scegliere (-_^)/°”

183 pensieri su “Libri (in italiano) per lo studio del giapponese

    • Non so quanto fosse valido al tempo, ma un metodo e, a prescindere, un corso che è vecchio, è un metodo/corso sbagliato. Specie con il giapponese che è una lingua che evolve alla velocità della luce…
      Già alcuni corsi recenti(!) sono fatti consultando libri degli anni ’70 (e questo uccide la validità del corso, almeno in parte…). Ad esempio, la grammatica hoepli cita la forma そうもありません come negativo di “sou desu” (in determinati casi). Peccato che “sou NI arimasen” sia più diffuso e ancor più diffuso sia l’uso di mantenere affermativo “sou desu” e rendere invece negativo quanto precede quel “sou desu”.

      Se si considera questo si può immaginare che chi ha scritto un libro negli anni ’70 avrà usato fonti ancor più vecchie, riferendosi a quando studiava… e così via.
      …ho sentito di testi che ancora insegnano il verbo “asobasu” come forma opportuna nel linguaggio cortese… forma che non sentiresti mai a meno di vedere un film sulla restaurazione Meiji (fine ‘800).
      Pensa te…

      Insomma, non toccherei nulla di precedente al 2000, fossi in te e più è moderno, meglio è^^

      Mi piace

      • grazie per aver risposto in modo così dettagliato e celere, penso che opterò per il “giapponese a fumetti” considerato che sono tre volumi penso sia più che sufficiente ai miei scopi, in quanto il mio obiettivo è quello di riuscire a parlarlo e capirlo decentemente

        Mi piace

  1. Salve, qualcuno potrebbe indicarmi su quale sito poter comprare il primo volume del giapponese a fumetti? non riesco a trovarlo da nessuna parte, sarei disposto anche a comprarlo usato da qualcuno di voi se qualcuno ha intenzione di venderlo, grazie

    Mi piace

  2. Giuseppe,
    credo lo abbiano ristampato proprio questo mese, almeno così mi ha detto il mio fumettaro.
    Infatti anch’io l’ho cercato parecchio senza trovarlo, e solo qualche settimana fa è arrivata un’altra copia in fumetteria.

    Mi piace

    • Su Amazon è ancora introvabile, ma pare sia disponibile sul sito della Kappaedizioni (anche se segna “2 copie” …un po’ strano quando si trova scritto così sul sito della casa editrice^^) …va be’, speriamo nella ristampa comunque.

      Mi piace

  3. Salve vorrei chiedere alcune info su questi due libri ( Il giapponese a fumetti e quello dello hoepli) quale reputi melgio per poter sostenere il JLPT N5 o comunque se dovrei affiancare a questi altro materiale?

    Mi piace

    • Il giapponese a fumetti direi… ma è pur sempre un corso esteso, non avrai riferimenti precisi al jlpt N5. Per quello è più opportuno seguire il corso “N5 in sintesi” che c’è qui sul sito.
      Per certi argomenti, più vasti, può essere utile anche la pagina della Grammatica del livello N5 del JLPT a cui arrivi dalla barra in alto… lì si affrontano i principali argomenti di grammatica, copula, aggettivi, verbi…

      Mi piace

  4. Sono finalmente riuscito a trovare il primo volume del giapponese a fumetti su questo sito http://www.manganet.it/index.htm , il sito è sicuro in quanto io stesso ho effettuato l’acquisto e dopo tre giorni è arrivato; evitate di effettuare ordini su unilibro o feltrinelli in quanto danno il libro per disponibile ma rinviano continuamente la spedizione (provato in prima persona)

    Mi piace

  5. Kaze mi puoi dire se hai mai sentito parlare di questi libri o addirittura sfogliati? e sopratutto che ne pensi ? si scusa i libri in questione sono : Grammatica di giapponese moderno di Yoko Kubota del 1989 un po vecchiotto ma completamente in italiano, l’altro : Manuale della lingua giapponese classica sempre di Yoko Kubota del 2007.

    Mi piace

    • Il primo… l’ho sfogliato (molto) tempo fa e non mi era piaciuto. Comunque un libro vecchio ha inevitabilmente delle pecche perché la lingua, specie quella giapponese, evolve molto rapidamente.
      Se consideri che la grammatica Hoepli ha argomenti scritti in base a libri degli anni ’70 (si vede nella bibliografia), puoi immaginare che un libro dell’89 si baserà in parte su testi ante-guerra!^^;;

      Il secondo invece è di “lingua CLASSICA”. Non ti serve: studiare la lingua classica per uno studente di giapponese è come studiare latino per uno studente di italiano.

      Mi piace

  6. Ciao a tutti, ho acquistato il libro della hoepli, il primo volume.
    Devo dire che per me non è molto utile, dato che si, riesco a leggere qualcosina in hiragana,ma non sapendo la traduzione del termine in oggetto, diventa molto faticoso procedere…
    O forse non ho capito il sistema di studio….?
    O è un testo da utilizzare in classe con un insegnante?
    Se qualcuno lo usa da autodidatta, qualsiasi suggerimento è il benvenuto!

    Mi piace

    • E’ più un testo da usare in classe, ma non per l’assenza di traduzioni, per le quali basta un dizionario (è molto più probabile ricordare un vocabolo che hai cercato che non uno per cui avevi già la traduzione, quindi questo aspetto è positivo). No, il motivo per cui è poco indicato e io consiglio piuttosto il giapponese a fumetti come testo introduttivo… è che non spiega davvero le cose, le lascia dedurre e quando non offre abbastanza esempi, per una mente analitica (o per me, perlomeno) risulta davvero problematico.
      Viceversa il giapponese a fumetti, così come faccio nelle mie lezioni, “spiega quel che sta succedendo”, non fa come l’hoepli (come qualunque testo o quasi, a dire il vero) che propone dialogo, frasi d’esempio, esercizi, fine.
      Se non si è inclini all’idea di un testo a fumetti, ma si vuole un bel libro di testo universitario, allora c’è “the grammar textbook” di Wako Tawa… è un corso vero e proprio, non una grammatica (nonostante il titolo). E’ un librone, sì, ma dice tutto quel che c’è da dire senza lasciare nel dubbio lo studente come fanno tutti i testi. Per capirci, quando presento un articolo che propone tutti i casi possibili nell’uso di una costruzione, di una particella o le sfumature d’un ausiliare… quasi certamente ho usato anche questo testo.

      Mi piace

      • Ok, grazie per il chiarimento, ora sto passando le parole da hiragana a romaji per memorizzare il sillabario utilizzando il testo della hoepli, ma mi metterò in moto per comprare il testo di Bernabe’.
        Ciao e a presto…

        Mi piace

  7. Ciao!
    Gran bel sito, non c’è che dire!

    Vorrei sapere cosa ne pensi di “Impara il giapponese con Zanichelli”. Hai avuto modo di sfogliarlo?

    Ero comunque orientato su “il giapponese a fumetti”, ma volevo una tua opinione prima di prendere una decisione definitiva.

    Come un testo in lingua inglese per iniziare ad imparare il giapponese quale consiglieresti invece?

    Grazie

    Mi piace

  8. ciao!! ho bisogno di un consiglio! una mia compagna di classe tempo fa mi aveva parlato di un libro che si trova in due volumi, per studiare giapponese: “il giapponese coi manga”;
    mi ha detto che era un testo con esempi a vignette manga… volevo chiedere se possa essere un aquisto utile e se sia quindi conveniente comperarlo… 🙂 grazie in anticipo 🙂

    Mi piace

    • L’ho cercato e ho trovato questi su amazon.it:
      Il giapponese coi manga. Impara gli ideogrammi
      Il giapponese coi manga. Impara gli ideogrammi: 2
      …ma sono solo due su tre a quanto ho visto. Il terzo volume ha la copertina gialla…
      La serie è la traduzione di kanji de manga, quindi dovrebbe avere 6 volumi alla fine. La trovi anche in inglese (certo, i costi di spedizione dall’estero aumentano) o su amazon.it, ma o per kindle, o in cofanetto… molto interessanti un paio di volumi fuori collana… yojijukugo aveva catturato anche la mia attenzione a dire il vero^^
      Ad ogni modo… non lo possiedo, l’aveva un amico di jappop e ne era contento… avevo anche visto qualche immagine del contenuto via google immagini (cercando la versione inglese) e mi piaceva quel che vedevo anche se erano solo 3-4 pagine di anteprima. Ricordo d’aver pensato che l’unico limite era lo scarso numero di kanji insegnato…
      Ah, ecco, il mio timore è che sia molto impostato sullo studio dei kanji, perché come vedi sopra il sottotitolo dice “impara gli ideogrammi”, quindi se vuoi un corso forse non è quel che cerchi… penso tu debba googlare un altro po’ prima di decidere per eser sicura.
      ah, se poi li compri e lo fai da questi link il sito riceve un 10% …perché lasciarlo ad amazon se si può donare qualcosa a SdG? 😛 ^__^

      Mi piace

      • hahah XD ^^ va bene grazie dell’informazione :3 una cosa positiva per la strada dello studio di questa lingua è che finalmente il mio babbo mi ha ordinato il vocabolario XD magari per il compleanno mi faccio ordinare il corso di giapponese a fumetti XDXD vebbè sto divagando :)… comunque grazie per la risposta!! 🙂

        Mi piace

  9. Ciao =)
    Consiglio di aggiungere anche Remembering the Kanji, di James W. Heisig. Contiene più di 2000 kanji e per ogni kanji c’è una storiella o una piccola spiegazione, per aiutare a memorizzarlo. Ho aquistato da poco il primo volume ( aspetto di sapere per benino hiragana e katakana, sono a metà strada XD ) ma sembra davvero ben fatto! Come dicevi, sono tanti ed è inutile prendersela comoda, anche perché se non sbaglio sono 3 volumi 0….0

    Mi piace

    • Ne abbiamo parlato n gito di RTK. Visto il metodo particolare e la lingua non lo consiglio per crecise ragioni… a partire dal fatto che è fastidiosa l’idea di parlare di “metodo heisig” quando lui non ha inventato poi granché.

      Mi piace

  10. Ehi ciao! E’ da un po’ che aggeggio su vari siti per cercar di imparare il giapponese ma senza risultato. Mi spiego meglio ho preso come da te consigliato la Grammatica Giapponese Hoepli ma non il corso perchè leggendolo non mi ispirava molto… Era del tipo questo è l’esempio e ora tu fai in modo simile ma non dava nessuna spiegazione nè tantomeno una regola. Cosi ho provato a usare solo la grammatica ma piano piano mi son perso ( causa anche un po’ la mia pigrizia). Vorrei però imparare sul serio il giapponese ma non ho tempo per cercare corsi nella mia città che poi non ci son e mi tocca arrangiarmi da solo. Mi chiedevo quindi se quando potevi potessi postare qualche guida approfondita per lo studio della grammatica giapponese. Questo perchè non mi oriento per bene con la grammatica e credo che sia più profiquo accostare lo studio del libro con qualcuno che sappia il giapponese bene. 🙂

    Mi piace

  11. Sono un disperato che vuole iniziare a studiare il giapponese ma non riesco a trovare il vol 1 di giapponese a fumetti se qualcuno mi può dare il link dove posso comprarlo sia nuovo che usato (basta sia in condizioni abbastanza decenti) gli faccio una statua in bronzo (in oro è troppo costosa) grazie a tutti e spero presto in una risposta favorevole.

    Mi piace

    • grande, compralo subito o finira, spero solo che dopo che hai inoltrato l’ordine e stai per pagare, viene fuori che non è disponibile.
      A me 2 anni fa è capitato cosi su diversi siti, ma poi sono riuscito a trovarlo, e devo dire che ne vale la pena per noi autodidatta, comunq. senza l’aiuto di KAZE si è sempre a meta.

      Mi piace

  12. prima di comprarlo vorrei 2 consigli:
    1 mi conviene prendere anche l’eserciziario?
    2 che libro/i mi consigliate di prendere per lo studio dei kanji perchè leggendo sopra mi sembra di aver capito che i libri per lo studio dei kanji della stessa collana di “giapponese a fumetti” non è ancora disponibile in italiano

    Mi piace

この記事へのコメントをどうぞ! ヾ(。>﹏<。)ノ゙✧*。

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.