Missione Impossibile: Capire il Giappone

Capita di sentir dire che il Giappone è un paese che si odia o si ama. Certamente si sentono dimostrazioni d’amore spassionato e talvolta frasi di scherno …e sia le une che le altre sono decisamente insensate, prive di fondamento. In breve, la maggior parte delle persone non capiscono il Giappone, purtroppo.

Non si può però fargliene una colpa. Non si va molto oltre il loro livello se si dà addosso al primo otaku che capita a tiro o, dall’altro lato, a qualcuno che dice che “non vivrebbe mai in Giappone perché (motivazione a caso).

Continue reading Missione Impossibile: Capire il Giappone

Etimologia – Horror Kanji (5) – Rosso fuoco!

Per la rubrica di etimologia “Horror Kanji”, oggi vedremo il kanji di “rosso”, cioè 赤 SEKI, aka, akai.

L’immagine che vedete qui sopra riassume l’etimologia di di solito viene raccontata, ovvero, più o meno “rosso come il fuoco”, quindi disegniamo un fuocherello e rendiamo così l’idea di rosso, ma è un’immagine quantomeno edulcorata della reale origine di questo kanji…

Siete pronti ad avere paura?

Continue reading Etimologia – Horror Kanji (5) – Rosso fuoco!

Si fa presto a dire “Buon anno (cinese)”, ma sai cos’è l’eto?

Inizia oggi l’anno della scimmia …per i cinesi. Intanto un regalino: l’immagine sopra, realizzata come sempre da Mi-chan, è a dimensioni di sfondo a fine articolo 😉

Ma vi dicevo, inizia oggi l’anno della scimmia, per i cinesi, perché, non so se lo sapevate, ma il Giappone non si fa problemi e fa finta che l’anno del calendario lunare, cominci con il Capodanno dell’anno solare. Non so se biasimarli per questa grossolana approssimazione o lodare la praticità, perché, diciamocelo, forse è il caso di arrendersi e usare tutti lo stesso calendario (è una battuta, per carità, non vorrei offendere nessun fanatico del calendario lunare, e so che ce ne sono tanti… A bizzeffe. A bazzilioni*).

Ad ogni modo, quando si parla di “anno della scimmia” …del coniglio, del drago, e così via, si parla di 干支 eto, ovvero lo “zodiaco” orientale (non dico “cinese” perché è usato in vari paesi, ma nasce ovviamente in Cina) e di 十二支 juunishi, ovvero dei 12 segni zodiacali dell’eto.

Continue reading Si fa presto a dire “Buon anno (cinese)”, ma sai cos’è l’eto?

Etimologia – Horror Kanji (4)

etimologia - horror kanji - tami, min

Vi ricordate la rubrica Horror Kanji? Spero di sì, ma se così non fosse, dateci un’occhiata perché continua! Ecco gli articoli usciti finora:

Tenete presente poi che la pagina sull’etimologia dei kanji è stata aggiornata.

Oggi quarto appuntamento con Horror Kanji…

民 tami/MIN ovvero “Il popolo va servito… come antipasto!”

民 tami, MIN è un kanji che indica il popolo, la gente comune. Ma perché questo “disegno” ha questo significato?

Continue reading Etimologia – Horror Kanji (4)

Kanji che odiano le donne

kanji che odiano le donne, kanji misogini - konjiki yasha

Si dice spesso che il Giappone è una società maschilista e, sebbene ciò coinvolga il punto di vista culturale da cui si guarda ad una società, ciò è anche sicuramente vero a livello di dati oggettivi (es. differenza di stipendio a parità di lavoro)… Ma lo stesso può dirsi dell’Italia e degli USA.

Dunque il Giappone è una società maschilista (se ignoriamo certi aspetti socioculturali), proprio come lo sono tante altre nazioni. Se riconsideriamo certi aspetti… dal nostro punto di vista, perlomeno, il discorso potrebbe perfino peggiorare. Il nostro punto di vista di occidentali però non è l’unico, e ciò va considerato.

Non sono un “fanatico dei fanatismi”, nemmeno quando appaiono giusti, quindi pur essendo un difensore di pari diritti e pari opportunità, non sono qui a scrivervi un appassionato articolo femminista… Non è questo il luogo. Io insegno giapponese e quindi sono qui a parlarvi di parole e kanji, di come questi, pur essendo nati entro società di centinaia, migliaia di anni fa, potrebbero aver plasmato la società moderna.

Continue reading Kanji che odiano le donne

Lo sapevate? – Il sole del Giappone: rosso e cattivo!

akai taiyou (0)Il rapporto dei Giapponesi con il sole è – sotto molti aspetti – “un po’ strano”. Oggi vedremo perlomeno alcuni di questi aspetti.

Abbiamo detto la scorsa volta che il nome del Giappone in giapponese, 日本 Nihon o Nippon, deriva dall’espressione “origine del sole” (日の本 hi no moto), in modo simile al termine usato anche da noi, “Sol Levante”. Inoltre immagino sappiate già che la bandiera giapponese rappresenta il cerchio del Sole… non a caso si chiama 日の丸 hi no maru, che significa, guarda caso “cerchio del Sole” (alla faccia della tipica “vaghezza” giapponese).

Continue reading Lo sapevate? – Il sole del Giappone: rosso e cattivo!

【ビデオで学ぶ】「ゾッとする」とは?

Per i meno esperti: ecco il video ufficiale della sigla di Tokyo Ghoul A

みんな、( ノ゚Д゚)こんにちわ!

「東京」って、日本の首都だが、同時に誰にも理解できない、不思議な町だ。例えば、人間を食べる化け物、いわゆる「東京喰種」が存在するらしいんだ(・ω<)。

zottosuru
Continue reading 【ビデオで学ぶ】「ゾッとする」とは?

Domande – Giappone: inferno o paradiso?

Da una domanda di karuro16

Ciao Riccardo, spulciando nella “libreria giapponese” di Firenze mi ha incuriosito un libro che ho acquistato e letto: “Giapponesi poverini!” di Lio Giallini. Curioso sottotitolo: “il sistema nipponico, ovvero la ricetta dell’infelicità”. (…) Il libro mi ha irritato sempre più via via che lo leggevo, e mi domando se sia solo una raccolta di luoghi comuni (…) o una amara e veritiera descrizione di una realtà invivibile e inaccettabile. Ti chiedo se lo conosci e nel caso cosa ne pensi.
Il Giappone che tu ami e quello descritto nel libro sono lontani anni luce
, e il contrasto fa sorgere molte perplessità.

Se altri sul sito lo hanno letto e hanno esperienze dirette di vita in Giappone mi piacerebbe sentire la loro opinione.

E’ vero e falso al tempo stesso. Il fatto è che l’autore, sospetto, valuta dal suo punto di vista di occidentale e sicuramente (giudico dalla conclusione) definisce la felicità come faremmo noi.

Se un “occidentale tipico” vivesse come un giapponese in tutto e per tutto (poniamo per assurdo che il suo volto non lo “smascheri”), quindi con la sua sensibilità di occidentale ma partecipando alla vita della società giapponese con tutti gli oneri che questa comporta… non sarebbe felice. Ma ciò sarebbe il giudizio finale secondo la propria sensibilità, secondo la propria idea di felicità (oltre che, probabilmente, un giudizio dettato anche da aspettative troppo alte e ovviamente tradite).

Non tutti però concepiscono la felicità allo stesso modo.

E, sfortunatamente (o forse no?), non tutti concepiscono il Giappone allo stesso modo.

Continue reading Domande – Giappone: inferno o paradiso?