Lo sapevate? – Il sistema scolastico in Giappone

In Giappone il sistema scolastico è uno strano mix di influenze straniere. Un po’ come la cucina giapponese: che ci crediate o no, tenpura, tonkatsu, curry rice… perfino il sushi, sono tutti piatti d’origine straniera (so che suonerà strano, ma di tenpura ho parlato nell’articolo ramen in stile svedese).

Ma torniamo al tema di oggi, la scuola; un tema quantomai appropriato visto che siamo in settembre e milioni di studenti sono appena tornati a sedersi ai loro banchi, o stanno per farlo.

La scuola pubblica in Giappone è stata istituita all’inizio dell’epoca Meiji (che inizia nel 1870). Inaspettatamente i giapponesi, famosi per essere un popolo alquanto “docile”, non presero bene la riforma e protestarono dando alle fiamme molti degli edifici scolastici appena costruiti, perché la scuola, per usare un’espressione comune, toglieva braccia all’agricoltura.

Continue reading Lo sapevate? – Il sistema scolastico in Giappone

Strane pubblicità giapponesi – Samurai droni, gatti, idol, mosse pazzesche ecc.

Eccoci qua con un’altra strana pubblicità giapponese, un’altra di quelle pubblicità in cui troviamo concentrato tutto il Giappone in pochi secondi, tutte quelle cose che ci fanno dire “Wow!”, “Che carina!”, “Io amo il Giappone!”, “Ma che caz**?!?” …e a volte ci lasciano semplicemente senza parole. Stavolta la liceale impugna una katana, non un fioretto, ma non è tutto qui… Oooh no, proprio non è tutto qui.

Ah, già, dimenticavo… ovviamente si tratta di una pubblicità di ramen istantaneo, ma immagino che non ci fossero dubbi su questo.

Continue reading Strane pubblicità giapponesi – Samurai droni, gatti, idol, mosse pazzesche ecc.

Curiosità – Strani gruppi di idol

アイドル aidoru, ovvero “idol”. In italiano si tradurrebbe con “idolo/i”, ma in effetti è qualcosa di più vicino a un termine riduttivo(?) per indicare un/a cantante che al tempo stesso balla, recita, fa comparsate televisive, magari doppia anche personaggi animati. O almeno prova a fare tutto ciò, perché alla fine il punto principale resta sempre la bella presenza, non il talento.

Ma non è di idol e basta che parliamo oggi, bensì degli strani gruppi di idol che sono venuti a formarsi negli ultimi anni. E, fidatevi, sono TUTTI. DAVVERO. STRANI. Vi assicuro che il gruppo nell’immagine di presentazione, i cui membri vestono sempre con un completo e ballano come robot, impallidisce in confronto ad altri.

Continue reading Curiosità – Strani gruppi di idol

Parole forti! – Omoidashiwarai

omoidashiwarai

思い出し笑い
OMOIDASHIWARAI

lett. riso del ricordo – Il sorridere o ridere da soli, di solito “sotto i baffi”, quando ci torna alla mente qualcosa di divertente, qualcosa di bello, che ci ha fatto piacere, ecc.

Insomma, qualcosa che capita a tutti, no? Eppure finora non sapevamo come chiamare quel qualcosa… ma ecco che il giapponese ci viene incontro! ^_^

Vediamo alcuni esempi dell’uso di questa parola.

Continue reading Parole forti! – Omoidashiwarai

La risposta giapponese ai cerchi nel grano: “Pff! Pivelli!”

Premetto che questo articolo doveva chiamarsi con un titolo serio come “Tanbo Art: l’arte nei campi di riso” …o una cosa così, ma non ho resistito, perché, davvero, non ci sono paragoni! Cosa mi importa di cosa fanno o non fanno gli alieni in Sud America?! Voglio sapere come fanno i giapponesi a fare disegni del genere nei campi di riso! Vi giuro che sulle prime ho pensato a Photoshop, ma non è così: ci sono vari segreti dietro la realizzazione di questi piccoli, effimeri capolavori.

Ma andiamo con ordine! Tutto inizia a Inakadate, prefettura di Aomori, estremo Nord dell’isola di Honshuu. Per la precisione vicino alla stazione di Tanbo Art (田んぼアート駅 tanbo aato eki), un luogo che come vedete dalla mappa di google qui sotto, inizialmente era famoso per tutt’altro…

Continue reading La risposta giapponese ai cerchi nel grano: “Pff! Pivelli!”

Strane pubblicità giapponesi – Una ventata di aria fresca là sotto (una di numero)

La linea di abbigliamento Seiren ha un prodotto di cui vanta le proprietà antiodore, DEOEST. Di questo prodotto esiste un modello “premium” (come il suo prezzo), che vanta una caratteristica decisamente particolare… essere rimasto esposto all’aria Hawaiiana per giorni.

Mi sono immediatamente detto… “Ma se è anti-odore, il fatto di restare esposto all’aria hawaiiana non dovrebbe dargli un buon odore (è anti-odore). E allora che fa?!”. Ma sorvoliamo sulla pura logica, che non va mai d’accordo con le pubblicità giapponesi e i 珍道具 chindougu, cioè gli “strani oggetti/attrezzi”, di cui la nostra rubrica di stranezze è piena zeppa.

Riuscite, piuttosto, a indovinare di quale prodotto si tratta? No? E allora guardate il video!

Continue reading Strane pubblicità giapponesi – Una ventata di aria fresca là sotto (una di numero)

Parole forti! – Ishindenshin

ishindenshin

以心伝心
ISHINDENSHIN

lett.: Trasmettere al cuore , tramite  il cuore 心 – Indica la capacità di intendere ciò che qualcun altro prova o pensa – o di fargli capire ciò che proviamo o pensiamo – senza bisogno di parole, in modo naturale, con l’atteggiamento, uno sguardo, ecc. o semplicemente perché tra i due c’è una tale sintonia che le parole sono superflue (non a caso si usa anche per gli innamorati).

以心伝心 è in effetti uno yojijukugo, come ne abbiamo visti altri. È un detto di origine buddista (come una gran parte degli yojijukugo) e in quanto tale è facile immaginare che in origine non avesse nulla a che fare con gli innamorati…

Continue reading Parole forti! – Ishindenshin

Stranezze giapponesi (46) – È primavera, è tempo di allergie

Per chi soffre di allergia, con l’inizio della primavera inizia un vero calvario. Non sono pochi gli inconvenienti da sopportare …e i giapponesi ne sanno sicuramente qualcosa. Chi non ha visto, infatti, le foto di tanti giapponesi costretti a girare con la mascherina per (provare a) evitare pollini vari o perché in piena “crisi allergica” …d’altronde le mascherine non bastano a proteggere dalle allergie, perché non coprono gli occhi, e una volta tolte, anche al chiuso, basta passarsi una mano sul viso e può essere l’inizio della fine.

Allora, che fare? Non vi suggerisco certo la maschera antigas come nell’immagine a inizio articolo, tranquilli! Ho ben altro di cui parlarvi… d’altronde siamo in Giappone eh!

Continue reading Stranezze giapponesi (46) – È primavera, è tempo di allergie

Strane pubblicità giapponesi – Il concetto di “kawaii”

Eccoci al nostro consueto appuntamento con le strane pubblicità giapponesi. Questa volta esploreremo il profondo concetto giapponese del “kawaii” (siamo sicuri sia così profondo?).

Vi ricordo che con youtube di solito potete usare usare la ruota dentata delle impostazioni del video
per selezionare i sottotitoli (se presenti) o una qualità video superiore.

La narratrice stessa non fa che interrogarsi sulla natura del “kawaii” e su dove sia andato a finire il “nostro kawaii”. La voce fuori campo dice infatti…

Continue reading Strane pubblicità giapponesi – Il concetto di “kawaii”

Stranezze giapponesi (45) – Uova allo yuzu?!

Yudetamago, vuol dire uovo sodo (da yuderu, bollire, e tamago, uovo), ma cos’è lo yuZUtamago? Il nome del prodotto in sé è yuzutama, ma il nome “comune” è yuzutamago… Perché? Perché è un uovo (tamago) allo yuzu!

Non sapete nemmeno cos’è lo yuzu? ( ゚Д゚)y─┛~~ Continue reading Stranezze giapponesi (45) – Uova allo yuzu?!