Capire il Giappone – La prima regola della società giapponese

Andiamo avanti con le analogie da film con l’articolo di oggi: Capire il Giappone 2, la vendett… ehm… Le regole della società giapponese. Da oggi vedremo infatti Le 5 regole fondamentali della società giapponese. Be’, è solo per dargli un nome accattivante, perché non sono ovviamente solo cinque! Certo è però che questi sono alcuni… Read More

Parole forti! – Senaka-awase

背中合わせ SENAKA-AWASE +++ Questa parola penso sia perfetta per San Valentino, vista l’idea di intimità che dà. Deriva da 背中 senaka, schiena, e da 合わせ awase, forma sostantivata del verbo 合わせる awaseru, mettere insieme, unire, far combaciare, armonizzare, ecc. I suoi significati, in effetti, sono vari (provare a darne un numero preciso è anche questione… Read More

Miti – “Bere un bicchier d’acqua” non è facile!

Di qualcosa facile e banale si dice che è “come bere un bicchier d’acqua” …ma mi spiace deludervi, oggi vedremo che bere dell’acqua… in giapponese non è per niente facile. Sicuramente molti tra voi già sapranno che “acqua” si dice “mizu” e “bere” si dice “nomu”… sono vocaboli semplici e molto chiari agli studenti di… Read More

Parole forti! – Tachikurami

立眩み TACHIKURAMI +++ Difficile questa volta dare una traduzione letterale. 立ち (con o senza okurigana nella parola di oggi e in certe altre) si riferisce allo stare in piedi. 眩み kurami è un termine molto interessante perché viene evidentemente da 暗い kurai, cioè “buio”(difatti una scrittura alternativa possibile usa proprio questo kanji), un aggettivo sostantivato con… Read More

Parole forti! – Terekakushi

照れ隠し TEREKAKUSHI +++ (lett. “il nascondere l’imbarazzo”) – Da 照れる tereru, imabarazzarsi, e da 隠す kakusu, nascondere. Insomma, come da immagine sopra, il fatto di nascondere il proprio imbarazzo o, più spesso, qualcosa che si fa (o si dice) per nascondere il proprio imbarazzo… come un’azione violenta nel caso di una tsundere (ovvero una ragazza che… Read More

Parole forti! – Hanmenkyoushi

反面教師 HANMENKYOUSHI +++ (lett. “insegnante opposto”) – Da 反面 hanmen, l’opposto (il lato/la facciata opposta), e da 教師 kyoushi, insegnante. Ma forse faremmo meglio a leggere questi kanji a la cinese, ovvero fǎn miàn jiào shī …e scommetto che il perché vi stupirà parecchio!

Parole forti! – Sokojikara

底力 SOKOJIKARA (lett. forza sul fondo) – Da 底 soko, fondo, e da 力 chikara, forza (la “chi” sonorizza, uno dei rari casi in cui accade; la sua trascrizione sarebbe “di”, ma la pronuncia è “ji”). Il termine 底力(そこぢから)indica una forza nascosta alla vista, invisibile ai più, una “energia latente”, che di norma non lasciamo… Read More

Parole forti! – Natsubate

夏バテ NATSUBATE +++ (lett. “esaurimento” estivo) – Da 夏 natsu, estate, e da ばて bate, forma sostantivata del verbo バテる bateru, essere esausto (ecco perché invece di un più corretto “stanchezza” ho scritto “esaurimento” (fisico, non mentale), perché “stanchezza” è troppo “soft” per ciò che vogliamo dire). A sua volta il verbo バテる bateru viene in effetti… Read More